Domenica 18 Novembre 2018
MacroambienteQuali sono gli youtuber italiani più seguiti nel 2018?

Quali sono gli youtuber italiani più seguiti nel 2018?

Ormai quello dello youtuber è passato da hobby a mestiere. Quali sono gli youtuber italiani più seguiti nel 2018?


Francesca Paola Esposito
A cura di: Francesca Paola Esposito Autore Inside Marketing
Quali sono gli youtuber italiani più seguiti nel 2018?

I Millennial, o più semplicemente i giovani nati tra i primi anni ’80 e gli anni 2000, hanno vissuto moltissime rivoluzioni soprattutto nel campo tecnologico e in particolare in quello digitale. Dall’arrivo del primo dispositivo mobile al personal computer sempre connesso e presente in ogni casa ci sono stati, però, piccoli e significativi passaggi intermedi che hanno contribuito oggi a rendere la realtà informatica quotidiana e alla portata di tutti. Come conseguenza di ciò sono nate anche nuove figure professionali che hanno saputo cogliere le opportunità offerte dalle piattaforme digitali per fare business. Tra queste figurano gli youtuber che, come si evince dalla denominazione, utilizzano YouTube come canale prioritario per le loro attività. Rimanendo nel contesto nostrano, può sorgere spontaneo chiedersi quali siano gli youtuber italiani più seguiti nell’anno in corso, arrivando a comprendere in questo modo quali sono le tipologie di argomenti più in voga sulla piattaforma video e, dunque, quali personalità riescono ad attrarre maggiormente un corposo segmento di utenti.

Il trampolino di lancio: Youtube

YouTube, come si accennava poc’anzi, è stato il trampolino di lancio di queste nuove figure che, sfruttando l’abilità nel trovarsi, parlare, raccontare esperienze, ecc. dinanzi a una videocamera, hanno reso nella maggior parte dei casi il loro hobby un mestiere a tutti gli effetti.

I video a disposizione sono di tutti i tipi e accontentano un pubblico davvero eterogeneo: si va dai tutorial di cucina, di make-up oppure per la costruzione di dispositivi e per il montaggio di mobili a semplici video-recensioni di prodotti o servizi. Le figure in questione si occupano allora di produrre contenuti, provare i prodotti, curare il proprio canale e rivolgersi in maniera chiara e accurata al proprio pubblico. Come nel resto del mondo anche in Italia quello degli youtuber è un fenomeno molto diffuso.

Gli youtuber italiani più seguiti: la top3

Una ricerca condotta da Blogmeter, attraverso la piattaforma integrata di social intelligence Blogmeter Suite, ha permesso di stilare una classifica degli youtuber più seguiti in italia nel 2018

La ricerca è stata realizzata a partire da un panel di profili di youtuber di cui è stata stilata una top 10 dei migliori youtuber italiani. La classifica è stata ordinata in maniera decrescente per total engagement, ovvero somma di visualizzazioni, commenti, like e dislike. Il periodo di riferimento dell’analisi è stato 20 luglio-20 ottobre 2018.

Quali sono gli youtuber italiani più seguiti nel 2018?

La top 3 degli youtuber italiani più famosi ha visto

  • al primo posto il canale Me contro Te, di Sofia Scalia e Luigi Calagna, con 2,9 milioni di iscritti e un total engagement di 79,5 milioni (il loro successo sembra essere legato alla solarità della giovanissima coppia e ai video esilaranti che propongono);
  • al secondo il gamer WhenGamersFail Lyon (Ettore Canu) con un total engagement pari a 78,7 milioni;
  • al terzo il canale Two Players One Console di Stefano e Veronica, entrambi gamer, per i quali il total engagement è pari a 72,8 milioni mentre gli iscritti sono oltre 1,2 milioni.

Il resto della classifica: i più richiesti sono i gamer

Quali sono gli youtuber italiani più seguiti nel 2018?

Continuando la classifica degli youtuber italiani più seguiti, al quarto posto si posiziona SPJockey, gamer specializzato in Minecraft con un engagement totale pari a 72,5 milioni; al quinto invece Mirko Alessandrini, alias CiccioGamer89, che raggiunge un significativo primato con il numero di video pubblicati in soli tre mesi: ben 269.

Sesto posto per Stefano Lepri, meglio noto come St3pNy, che può vantare oltre 3,4 milioni di iscritti sul suo canale YouTube e un engagement di oltre 46 milioni. Molto particolare nella sua “gestione” del canale è PORKMODZ, il gamer “senza volto”, famoso per i suoi video dedicati a Grand Theft Auto V, che ottiene 43,2 milioni di interazioni totali e per le quali raggiunge il settimo posto.

Ottavo posto per Lorenzo Ostuni, (Favij) con il maggior numero di iscritti, il nono va invece a Gianluca Rigodanza, alias iPalBoy TV, che con i suoi prank videos (video di scherzi) raggiunge la cifra di 29,6 milioni di interazioni totali. Ultimo è Federico Betti o MikeShowSha, che ottiene un total engagement pari 29,5 milioni grazie ai 106 video pubblicati.

Libri di approfondimento

  • Professione youtuber: tutto quello che devi sapere per lanciare un canale di successo
    Professione youtuber: tutto quello che devi sapere per lanciare un canale di successo

    I consigli e le tecniche per ottimizzare la propria presenza su YouTube e trasformare la passione per i video in una professione remunerativa.

    Leggi
  • Video marketing con YouTube
    Avere successo con YouTube: strategie e best practice di video marketing

    I consigli di Antonio Tresca e Filippo Bottai per fare video marketing con YouTube e comprendere le dinamiche delle video community online.

    Leggi
© RIPRODUZIONE RISERVATA E' vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Articoli sull'argomento

Iscriviti alla newsletter!

Ricevi gli aggiornamenti settimanali delle notizie più importanti tra cui: articoli, video, eventi, corsi di formazione e recensione libri
Potrai anche usufruire di offerte esclusive per libri, eventi e corsi.
Cosa aspetti?!

Iscriviti
×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.