Agenda EventiCome è andato il WebUpDate 2015?

Come è andato il WebUpDate 2015?

Sesta edizione dell'evento: le nostre impressioni e il nostro resoconto della giornata dello WebUpDate 2015.

Come è andato il WebUpDate 2015?

Anche quest’anno Inside Marketing ha partecipato come media partner al WebUpDate 2015, evento organizzato da Alessandro Mazzù a Napoli, a Città della Scienza. Un sabato, quello del 28 marzo, trascorso in piena immersione nel mondo del web, con l’importante possibilità di incontrare di persona coloro che spesso si conosce solo online, soprattutto per il tipo di lavoro che svolgono.

L’impatto, rispetto allo scorso anno, è stato in qualche modo diverso, perché già appena arrivati, forse per il numero di persone presenti, si è avvertita la sensazione di trovarsi ad un evento pensato “più in grande”. E, infatti, come lo stesso Mazzù ci ha confermato, il numero di presenze durante l’intera giornata si è aggirato sul migliaio: «la mia opinione è che quest’anno è andata, come gli altri anni, molto bene. Ho visto più interesse nelle tematiche, più coinvolgimento sui social e più voglia di partecipare sia da parte del pubblico che delle aziende». La nostra impressione è stata esattamente la stessa e, visto l’elevatissimo numero di tweet con l’hashtag #wud2015, è stata certamente un’impressione condivisa con molti!

Novità del WebUpDate 2015 è stata l’introduzione di workshop a pagamento e Alessandro Mazzù ci ha confidato che «l’esperimento è riuscito ottimamente e che quindi l’anno prossimo ci saranno e forse anche di più». La nostra attenzione è rimasta però puntata sulla sala plenaria, la Sala Newton, un’occasione unica per vedere grandi esponenti del mondo della comunicazione susseguirsi sul palco per affrontare tematiche tanto diverse l’una dall’altra quanto interessanti.

Come si è svolto il WebUpDate 2015?

L’ introduzione è stata affidata, come sempre, ad Alessandro Mazzù, subito seguito dal saluto di Luca Simeone, in rappresentanza di Città della Scienza.
Il primo speech è stato quello di Fabio Lalli. Il titolo del suo intervento esplica perfettamente il tema trattato: “Non solo mobile“. Lalli ha infatti parlato dell’importanza del mobile, nella vita come nel business, e dell’ innovazione nel settore mobile (ad esempio: strumenti di contatto e di prossimità). Un relatore che non si smentisce mai, che tratta sempre tematiche interessanti, in modo coinvolgente!

L’ultimo speech della mattinata, prima della pausa pranzo, è stato invece quello di Robin Good, che abbiamo già avuto modo di vedere “all’opera” alla Social Media Week Roma 2014. Un relatore anticonformista, che non sa stare fermo sul palco e preferisce girare tra gli uditori, stringendo la mano a quanti più può e chiedendo di intervenire con opinioni personali. In pratica, Good ha fatto di uno stile – considerato “fuori dagli schemi” se si pensa in generale anche solo alla presentazione tipica di relatori ad eventi che trattano di comunicazione – la sua firma e il suo successo. Ovviamente i suoi interventi non sono privi di contenuti, anzi, al contrario! Nel suo speech, “Content Curation: Il Futuro è di Chi Organizza“, ha dato indicazioni su come imparare a raccogliere, organizzare e preparare i contenuti in maniera appropriata rispetto al proprio business, non affidandosi a Google, che è un generalista di informazioni.

Il programma del pomeriggio si è aperto con il relatore Fabrizio Barbarossa: “Portare al successo un eCommerce“. L’argomento è stato affrontato in maniera completa, con informazioni molto dettagliate e specifiche: uno speech molto utile per chi opera nel campo! Come dovrebbe essere un manager di eCommerce? Barbarossa ha creato il Manager perfetto per il settore: un ibrido a metà tra un nerd e un businessman, spiegando così deve esserci alla base di buone strategie di web marketing indispensabili all’eCommerce.

Altri interventi altrettanto dettagliati al WebUpDate 2015 sono stati poi quelli di Fabio Sutto, su Adwords e Facebook Adv best practices“, che ha spiegato, anche con casi di successo, come l’uno non esclude l’altro e come, in maniera combinata e strategica, possono essere utilizzati per portare a risultati concreti e misurabili, e di Enzo De Simone, su “A new Story to Tell – StoryTelling“, che ha portato avanti un discorso utile a chi fa web marketing per comprendere (o ripassare) come creare, gestire e pubblicare racconti e storie.

Non sono stati questi gli unici speech della giornata nella Sala Newton. Infatti sono intervenuti anche Davide Basile, con “Original Marines: Introdurre il digitale in un sistema retail complesso“, e Maddalena Granata, con “To Yelp – ovvero cercare su Yelp“, ma le due case history sono delle riproposte dello scorso anno. Le difficoltà di portare, partendo da zero, il digitale in un’azienda da un lato, e una piattaforma conosciuta in 29 Paesi nel mondo dall’altra: due relatori molto preparati e competenti e casi di successo interessanti, ma l’aver sentito praticamente lo stesso intervento due anni di seguito ne ha diminuito molto ai nostri occhi l’appeal.
Nuovo intervento, su una nuova realtà nelle app per mobile (StockUsers, piattaforma che retribuisce il tempo di navigazione degli utenti) ma strutturato comunque in maniera forse poco coinvolgente, è stato “L’acquisizione di utenti per le piattaforme digitali: Stokusers, la soluzione al problema“, di Luigi Marino.

Infine, piacevole introduzione nel programma dell’evento, a chiusura della giornata, è stata 012 Factory. Il rappresentate, Gianluca Abruzzese, persona molto carismatica, ha presentato le due start-up Crowd4City e Live For Live e ha raccontato come opera l’Academy.

Nel complesso il WebUpDate 2015 è stato quindi un evento di notevole successo, un appuntamento annuale, un’opportunità unica nel suo genere sul territorio partenopeo, che quest’anno – anche grazie al suo efficiente staff (di cui in particolare abbiamo avuto modo di conoscere Paolo Ammendola, coordinatore del WebUpDate, e Dario Russo) – è riuscito a superare le aspettative!

© RIPRODUZIONE RISERVATA E' vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Corsi Formazione

Tutti i corsi
Le vostre Opinioni