Giornale di marketing,
comunicazione e cultura digitale
Resta aggiornato:
Inside Marketing
Enti e ImpreseUkraineHelpIT: la piattaforma per aiutare le persone in fuga dall’Ucraina che arrivano in Italia

UkraineHelpIT: la piattaforma per aiutare le persone in fuga dall’Ucraina che arrivano in Italia

UkraineHelpIt

Un progetto coordinato da civic hacker insieme ad ActionAid e PAsocial per raccogliere sulla piattaforma UkraineHelpIT tutte le informazioni che riguardano persone in fuga dall’Ucraina e poter offrire loro supporto.

Una piattaforma nata da attivisti e attiviste digitali che si sono uniti ad ActionAid per rispondere alla necessità di raccogliere in modo ordinato e coordinato informazioni che riguardano le persone in fuga dall’Ucraina, coinvolta in una guerra dalla Russia: si chiama UkraineHelpIT ed è stata lanciata il 16 marzo 2022.

Cos’è UkraineHelpIT

UkraineHelpIT è un servizio che offre informazioni su chi contattare per inviare o ricevere aiuti e su quali sono i servizi attivi sul territorio italiano per rispondere all’emergenza ucraina. Tra le informazioni messe a disposizione sulla piattaforma: come cercare alloggi o opportunità lavorative; quali sono le iniziative solidali in atto, le raccolte di beni o le raccolte fondi; quali sono le normative da tenere in considerazione e così via.

Tutte le informazioni vengono aggiornate in tempo reale, raccolte attraverso diverse fonti (dal sito UkraineHelpIT, dalle pagine social del progetto, dal canale Telegram creato appositamente, e non solo) e sottoposte a verifica e valutazione.
Alcune di queste sono anche rese disponibili attraverso la navigazione di una mappa, che fornisce in modo più immediato, con icone, numeri e colori diversi, notizie georeferenziate in forma sintetica.

Da chi è stata ideata la piattaforma per aiutare l’Ucraina

UkraineHelpIT, come accennato in apertura, è stata realizzata grazie alla collaborazione tra ActionAid e attivisti e attiviste digitali volontari (quali programmatori, designer, data scientist, comunicatori, ma non solo), non organizzati in un’associazione, ossia dei civic hacker.

A contribuire al progetto anche l’associazione per la comunicazione pubblica digitale PAsocial«per convogliare l’attenzione delle istituzioni su una modalità partecipata e diffusa di intervento a fronte di emergenze che può creare valore pubblico per tutti», come si legge nella nota stampa diffusa.

Come contribuire al progetto

L’approccio che guida i volontari che contribuiscono a UkraineHelpIT è definito dagli stessi come «not harm (non nuocere, non fare del male)» e chiunque lo condivida e voglia impegnarsi in questo intervento umanitario può parteciparvi mettendo a disposizione le proprie competenze e il proprio tempo.

Inoltre, tutti i dati della piattaforma sono open, il che vuol dire che chiunque, in qualsiasi momento, li può riutilizzare, a conferma dello spirito dell’iniziativa e della volontà di diffondere delle informazioni con il solo scopo di offrire un aiuto alla popolazione ucraina.

© RIPRODUZIONE RISERVATA È vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Resta aggiornato!

Iscriviti gratuitamente per essere informato su notizie e offerte esclusive su corsi, eventi, libri e strumenti di marketing.

© Inside Marketing 2013 - 2022 è un marchio registrato ® P.iva 09229251211
loading
MOSTRA ALTRI