Mercoledì 21 Ottobre 2020
MacroambienteLe agevolazioni fiscali per le imprese e professionisti per il COVID-19

Le agevolazioni fiscali per le imprese e professionisti per il COVID-19

Agevolazioni fiscali per aziende e professionisti previste dal DL Cura Italia e dalla legge di bilancio 2020, utili per la crisi COVID-19 Italia.


Redazione
A cura di: Redazione
Le agevolazioni fiscali per le imprese e professionisti per il COVID-19

L’emergenza COVID-19 in Italia ha richiesto importanti misure restrittive che hanno avuto effetti sulla vita e le attività delle persone, delle imprese e dei professionisti. Molte attività professionali e aziendali sono in blocco completo, mentre altre, grazie anche allo smart working, riescono a restare aperte e produttive.

Oltre alle agevolazioni previste nel testo del Decreto Cura Italia le aziende possono usufruire anche delle agevolazioni fiscali previste e approvate dalla legge di bilancio 2020.

Decreto Cura Italia: le agevolazioni per le imprese e i professionisti

Il maxi decreto del 16 marzo 2020 approvato dal Cdm per fronteggiare la crisi COVID-19, tra le varie misure promosse per famiglie, lavoratori e aziende, prevede:

  • credito d’imposta al 60% per il canone di affitto del mese di marzo 2020 per gli esercenti di attività d’impresa di negozi e botteghe, a seguito della chiusura forzata;
  • credito d’imposta fino al 50% delle spese per sanificazione ambienti e strumenti di lavoro. Il credito d’imposta è riconosciuto per una spesa massima di 20mila euro e fino all’esaurimento dell’importo massimo di 50 milioni di euro per l’anno 2020;
  • bonus di 100 euro per i lavoratori dipendenti, pubblici e privati, con reddito complessivo non superiore a 40mila euro, che continuino a prestare servizio nella sede di lavoro durante il periodo di emergenza sanitaria, nel mese di marzo 2020;
  • indennità una tantum di 600 euro per le partita IVA attive al 23 febbraio 2020 e per i lavoratori titolari di rapporti di collaborazione coordinata e continuativa iscritti alla Gestione Separata, non titolari di pensione e non iscritti ad altre forme di previdenza obbligatori;
  • sospensione versamenti IVA, ritenute e contributi per tutti gli adempimenti fiscali e contributivi in scadenza il 16 marzo, prorogati fino al 20 marzo 2020 per tutti i contribuenti. Faranno eccezione, però, imprese, autonomi e professionisti che non superano i 2 milioni di euro di ricavi che dovranno saldare le ritenute, l’IVA annuale e mensile, nonché i contributi previdenziali e quelli INAIL il 31 maggio 2020, con pagamento in un’unica soluzione o comunque rateizzabile in cinque rate;
  • stop ai licenziamenti per per i prossimi due mesi, a partire dal 23 febbraio per «giustificato motivo oggettivo»;
  • ampliamento e potenziamento del fondo di garanzia per le PMI, dotato di 1 miliardo in più per i prossimi nove mesi (dal 23 febbraio), al fine di offrire garanzie per un massimo di 5 milioni di euro a impresa;
  • sostegno fiscale alla cessione dei crediti deteriorati e garanzie statali a sostegno della moratoria delle banche alle imprese per un totale di 1,73 miliardi di euro;
  • clausola per la sospensione del pagamento delle rate di mutui e finanziamenti fino al 30 settembre 2020 a beneficio esclusivo di micro e piccole e medie imprese;
  • stanziamento, da parte di Cassa Depositi e Prestiti, di finanziamenti pubblici per un importo fino a 10 miliardi che le banche potranno rilasciare alle imprese colpite dall’emergenza coronavirus.

Crediti d’imposta 2020 previsti dalla legge di bilancio

Tra le varie agevolazioni fiscali per le imprese e i professionisti, previste dalla legge di bilancio 2020 approvata ad inizio gennaio 2020 ve ne sono alcune che possono essere di immediato aiuto anche per sostenere lo smart working ed evitare di ricorrere a licenziamenti o ferie forzate.

Credito d’imposta Mezzogiorno

Il credito d’imposta Mezzogiorno Prevede un rimborso fino al 45% dei costi sostenuti dalle imprese che hanno effettuato, dall’1 gennaio 2016 al 31 dicembre 2020, investimenti destinati a strutture produttive nelle regioni del Mezzogiorno, nello specifico: Campania, Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia, Molise, Sardegna e Abruzzo.

Beni esclusi esclusi dall’agevolazione: 

  • beni immateriali;
  • immobili;
  • veicoli;
  • investimenti di mera sostituzione.

Possono beneficiare del credito d’imposta tutte le imprese, anche enti non commerciali e imprese agricole, che dichiarano reddito d’impresa, indipendentemente dalla forma giuridica e dalle dimensioni e che hanno effettuato o effettueranno, nuovi investimenti nel Mezzogiorno.

L’agevolazione non spetta ai soggetti che operano nei seguenti settori:

  • industria siderurgica e carbonifera;
  • costruzione navale;
  • fibre sintetiche;
  • trasporti e relative infrastrutture;
  • produzione e distribuzione di energia e infrastrutture energetiche;
  • creditizio, finanziario e assicurativo (professionisti).

 

Credito d’imposta Ex iper e super ammortamento

Il credito d’imposta per Beni Strumentali è un’agevolazione fiscale prevista dalla legge di bilancio 2020 che sostituisce la precedente agevolazione super e iper ammortamento e prevede un rimborso dal 6% al 40% sugli investimenti effettuati (secondo gli allegati A, B, C) dal 1° gennaio al 31 dicembre 2020 o entro il 30 giugno 2021, a condizione che entro la data del 31 dicembre 2020 sull’ordine risulti un acconto almeno del 20%.


Possono beneficiare del credito tutte le imprese e professionisti (solo nella misura del 6%) presenti sul territorio italiano. 

credito d'imposta beni strumentali

Credito d’imposta beni strumentali – tabella Allegati.

 

Credito d’imposta Bonus Formazione 4.0

Credito d’imposta Formazione 4.0 è un’agevolazione fiscale grazie a cui è possibile recuperare fino al 50% dei costi sostenuti dalle imprese nella formazione del personale nel settore delle tecnologie rilevanti per il processo di trasformazione tecnologica e digitale delle imprese previsto dal “Piano Nazionale Impresa 4.0”.
Nello specifico:

  • big data e analisi dei dati; 
  • cloud e fog computing;
  • cyber security; 
  • sistemi cyber-fisici;
  • prototipazione rapida;
  • sistemi di visualizzazione e realtà aumentata;
  • robotica avanzata e collaborativa;
  • interfaccia uomo macchina;
  • manifattura additiva;
  • Internet delle cose e delle macchine;
  • integrazione digitale dei processi aziendali.

Possono usufruire del Bonus Formazione 4.0 tutte le imprese sul territorio italiano, purché non siano destinatarie di sanzioni interdittive e risultino in regola con le normative sulla sicurezza nei luoghi di lavoro e con gli obblighi di versamento dei contributi previdenziali e assistenziali a favore dei lavoratori.

 

Cos’è un credito d’imposta?

È un beneficio fiscale che vanta il contribuente nei confronti delle casse dello Stato.
Un credito di imposta può essere destinato a compensare i debiti per le imposte dovute.

Il credito d’imposta non è un finanziamento, è uno strumento che ha a che fare con le imposte, mediante il quale si acquisisce o si genera un credito che serve per pagare tasse o contributi.

Il credito può essere utilizzato in compensazione con modello F24 di tasse, IVA, contributi INPS, ritenute dipendenti, rateizzi Agenzia Entrate in corso, cartelle esattoriali.

Come richiedere Le Agevolazioni fiscali?

Per ottenere il credito d’imposta occorre presentare un dettagliato progetto d’investimento e tutta la documentazione necessaria, che varia in base alla tipologia di agevolazione richiesta, all’Agenzia delle Entrate.

Professioni in Team, associazione professionale specializzata in agevolazioni per le imprese, vuole essere di sostegno alle imprese in questo momento di difficoltà, pertanto offre i suoi servizi di consulenza gratuitamente alle aziende che necessitano supporto per la presentazione delle pratiche di agevolazione fiscale all’Agenzia delle Entrate.

© RIPRODUZIONE RISERVATA E' vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Resta aggiornato! Ricevi gratuitamente le ultime news e le offerte esclusive per corsi, eventi e libri in ambito marketing e comunicazione.

ISCRIVITI ai nostri canali:

Altre notizie

© Inside Marketing 2013 - 2020 è un marchio registrato ® P.iva 07142251219
×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

loading
MOSTRA ALTRI