Enti e ImpreseIl Ministero dello sviluppo economico ha avviato il Fondo impresa femminile 2022

Il Ministero dello sviluppo economico ha avviato il Fondo impresa femminile 2022

Fondo impresa femminile 2022 copertina 2

Il Fondo impresa femminile, avviato dal Ministero dello sviluppo economico, supporta le imprese femminili italiane con una dotazione finanziaria di 200 milioni di euro.

Il Ministero dello sviluppo economico (MISE) ha deciso di investire per sostenere imprese guidate da donne nella loro nascita o nel loro sviluppo, attivando in particolare il Fondo impresa femminile 2022 per il quale sono stati stanziati 200 milioni di euro.

Il Fondo impresa femminile 2022

L’incentivo del MISE ha lo scopo di incrementare e potenziare le imprese femminili assegnando contributi a fondo perduto e finanziamenti agevolati. Il Fondo è parte di un pacchetto di misure promosso dallo stesso Ministero e considerate di primaria importanza nella missione del PNRR “Inclusione e coesioneche prevede 400 milioni di euro come dotazione finanziaria complessiva.

Per questo Fondo sono stati messi a disposizione 200 milioni di euro: ai 40 milioni di euro già stanziati dalla Legge di bilancio 2021 si sono aggiunti 160 milioni di euro di risorse PNRR. Si tratta di agevolazioni che saranno elargite alle imprenditrici per i loro programmi di investimento in determinati settori, quali turismo, commercio, industria, servizi, artigianato e trasformazione dei prodotti agricoli.
La tipologia di finanziamento è fissata in relazione alla tipologia d’impresa a cui si appartiene e anche alla costituzione (ossia se l’impresa è da costituire o già costituita).

Come funziona e a chi spetta il Fondo imprenditoria femminile 2022

Il Fondo è destinato a tutte le imprese femminili con sede in Italia, nuove o già avviate, e in generale alle donne che intendano avviare un’impresa e che possano presentare una domanda di finanziamento (il solo impegno richiesto alle persone fisiche che presentano la domanda è costituire effettivamente la nuova impresa in caso di ammissione alle agevolazioni).

Le categorie a cui il Fondo si rivolge sono: persone fisiche (nel caso delle imprese da costituire); lavoratrici autonome con partita IVA; imprese individuali con titolare una donna; cooperative o società di persone che hanno almeno il 60% di donne socie; società di capitale con quote almeno per due terzi di donne.

I requisiti per accedere al Fondo imprenditoria femminile 2022 e le fasi per la presentazione della domanda

Per accedere all’incentivo è necessario completare due fasi.

In una prima fase saranno aperti gli sportelli online e sarà possibile compilare la domanda di partecipazione. Inoltre, saranno attivate azioni di accompagnamento, formazione e valorizzazione della cultura imprenditoriale delle donne. Naturalmente, è necessario presentare il proprio progetto. 

La seconda fase prevede l’invio della domanda sulla piattaforma web di Invitalia attivata negli orari di apertura dello sportello consultabili sul sito Invitalia e del MISE. L’accesso alla piattaforma, comunque, è vincolato dal possesso di un’identità digitale, una PEC e una firma digitale. Le imprese straniere che non hanno un’identità digitale italiana possono inviare la propria richiesta alla piattaforma con PEC diffusa sul sito del MISE.

Con un avviso pubblicato il 19 maggio 2022 sul sito del Ministero dello Sviluppo Economico è stato comunicato che «a seguito dell’esaurimento delle risorse, è stata disposta, a partire dal 20 maggio 2022, la chiusura dello sportello per la presentazione delle domande da parte delle nuove imprese femminili».

Le imprese costituite da oltre 12 mesi, invece, potranno avviare la compilazione a partire dal 24 maggio 2022 e presentare la domanda a partire dal 7 giugno 2022.

© RIPRODUZIONE RISERVATA È vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Resta aggiornato!

Iscriviti gratuitamente per essere informato su notizie e offerte esclusive su corsi, eventi, libri e strumenti di marketing.

loading
MOSTRA ALTRI