MacroambienteIl MIT incentiva la competitività dell’Italia nel mercato MICE e stanzia dei fondi allo scopo

Il MIT incentiva la competitività dell'Italia nel mercato MICE e stanzia dei fondi allo scopo

Il MIT incentiva la competitività dell'Italia nel mercato MICE e stanzia dei fondi allo scopo

Il MIT istituisce un fondo per finanziare il progetto elaborato da Convention Bureau Italia e da Federcongressi&eventi, così da aumentare la competitività dell'Italia nel mercato MICE internazionale.

Il MIT (Ministero del turismo), dopo la firma apposta dal ministro Massimo Garavaglia sul decreto Fondo Unico Turismo, ha stanziato più di un milione di euro per favorire e incentivare la competitività italiana nel mercato MICE (meetings, incentives, conferences and exhibitions) internazionale. Convention Bureau Italia e Federcongressi&eventi sono i promotori del progetto che verrà interamente sostenuto dal MIT, il quale si impegnerà nel suo finanziamento fino al 2024.

Gli obiettivi del progetto sostenuto dal MIT e pensato da Federcongressi&eventi

Federcongressi&eventi, in qualità di associazione di imprese private ed enti connessi al settore dei congressi, dei convegni e dell’attività di formazione, in sinergia con Convention Bureau Italia, ha dato vita a un progetto che ha subito trovato pieno sostegno e cooperazione da parte del MIT.

«È un risultato straordinario raggiunto grazie a un lavoro di squadra con Convention Bureau Italia che, a cascata, genererà opportunità di business per tutta la filiera» ha commentato Gabriella Gentile, la presidente dell’associazione. L’obiettivo di queste due realtà è infatti rilanciare l’Italia sul mercato internazionale dei congressi e degli eventi, innescando processi che possano favorire un indotto economico considerevole.

I fondi, però, verranno devoluti su specifiche aree strategiche che saranno business intelligence, business development e sostenibilità. Il loro sostegno avverrà attraverso la creazione di un set articolato di attività mirate e specifiche che saranno perfettamente coerenti con gli obiettivi e i piani del MIT. «[…] soprattutto è anche il riconoscimento di un processo di collaborazione con il Ministero del turismo che sempre più ci vede come punto di riferimento nella progettazione delle strategie di crescita e sviluppo a favore della meeting industry italiana» ha infatti aggiunto Gentile, come si legge nel comunicato stampa diffuso da Federcongressi&eventi.

Tutte le attività previste verranno svolte in stretta collaborazione con ENIT, l’Agenzia nazionale del turismo, già impegnata con Convention Bureau Italia e che ora potrà perfettamente inserirsi all’interno di questo progetto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA È vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Resta aggiornato!

Iscriviti gratuitamente per essere informato su notizie e offerte esclusive su corsi, eventi, libri e strumenti di marketing.

loading
MOSTRA ALTRI