Venerdì 27 Novembre 2020
MacroambienteIn arrivo il tasto shopping su WhatsApp: che cos’è e come funziona?

In arrivo il tasto shopping su WhatsApp: che cos'è e come funziona?

Con il tasto shopping su WhatsApp sarà ancora più semplice fare acquisti all'interno dell'app ed entrare in contatto con piccoli e medi business.


Simona Rossi
A cura di: Simona Rossi Autore
In arrivo il tasto shopping su WhatsApp: che cos'è e come funziona?

Ne è passato di tempo da quando WhatsApp era solo una semplice piattaforma di messaggistica istantanea. Alla soglia dei 175 milioni di utenti attivi, l’app di casa Zuckerberg si rivela sempre più spesso un’ottima alleata a supporto di piccoli e medi business grazie ai numerosi aggiornamenti e alle funzionalità dedicate al mondo delle imprese. Dopo il lancio dei messaggi effimeri, la piattaforma ha annunciato una nuova funzione globale in arrivo che renderà ancora più semplice per gli utenti accedere ai cataloghi delle aziende e conoscere i loro prodotti e servizi. Ecco come funziona il tasto shopping su WhatsApp.

A cosa serve e come funziona il tasto shopping su whatsapp?

La nuova feature di casa Zuckerberg si rivolge, dunque, a tutti quegli utenti che utilizzano WhatsApp per fare acquisti e che da oggi potranno accedere ai cataloghi dei propri negozi preferiti in modo molto più semplice e intuitivo. A partire da Novembre 2020, grazie al tasto shopping, infatti, sarà possibile fare acquisti semplicemente avviando una conversazione e cliccando sull’icona bianca a forma di negozio in alto a destra, che sostituirà il tasto per le videochiamate (che sarà disponibile come opzione secondaria quando si vorrà avviare una chiamata).

Il nuovo tasto shopping su Whatsapp. Fonte: blog.whatsapp.com

Così semplice per gli utenti, altrettanto semplice per le imprese. Come riportato nelle FAQ della piattaforma, sono solo due, infatti, i requisiti richiesti alle aziende per poter usufruire del nuovo tasto per lo shopping: l’utilizzo della versione Business dell’app di messaggistica istantanea e la creazione di un catalogo. Una volta soddisfatte tali condizioni, l’attivazione del pulsante shopping sarà automatica.

La novità – disponibile in tutto il mondo a partire da novembre 2020 – arriva in un momento di forte crescita per la celebre piattaforma di messaggistica istantanea. Complice il distanziamento sociale e le restrizioni imposte dai governi dei diversi paesi, sempre più spesso i piccoli business si vedono costretti a ricorrere al digitale per vendere i propri prodotti o servizi. Se l’eCommerce potrebbe rappresentare un investimento cospicuo per una piccola impresa, grazie alla possibilità di creare e gestire cataloghi Whatsapp Business in molti casi si rivela la soluzione giusta (ed economica) per far fronte a necessità di questo tipo.

Whatsapp e il social commerce

Volendo fare una riflessione ulteriore, la nuova funzionalità si inserisce perfettamente nella più ampia strategia di social commerce di casa Zuckerberg. L’introduzione dei cataloghi, così come il nuovo tasto shopping, infatti, sono solo i primi passi di un percorso ancora lungo che prevede non solo l’integrazione con le altre app di proprietà del gruppo, ma la vera e propria creazione di una piattaforma di eCommerce trasversale a tutto l’universo Facebook.

Si inseriscono perfettamente in quest’ottica le aree di investimento – annunciate in una nota ufficiale – su cui la piattaforma ha deciso di puntare nei prossimi mesi e che prevedono:

  • lo sviluppo di nuove soluzioni per migliorare l’esperienza utente e consentire ai consumatori di completare l’acquisto direttamente in chat;
  • l’implementazione di nuovi servizi di hosting per consentire ai dipendenti di vendere prodotti, tenere aggiornato l’inventario e rispondere tempestivamente ai messaggi anche da remoto;
  • l’ampliamento della gamma di servizi offerti alle aziende.

In linea con tutto ciò è il lancio in India del servizio WhatsApp Pay, il sistema di pagamenti sicuri che consente agli utenti di WhatsApp di poter scambiare piccole somme di denaro con amici e parenti direttamente all’interno dell’applicazione. Che WhatsApp Pay sia davvero il futuro del “business messaging”? È presto per dirlo, ma qualcosa fa presagire che questa funzione potrebbe presto essere estesa anche al mondo delle aziende.

© RIPRODUZIONE RISERVATA E' vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Resta aggiornato! Ricevi gratuitamente le ultime news e le offerte esclusive per corsi, eventi e libri in ambito marketing e comunicazione.

ISCRIVITI ai nostri canali:

Altre notizie

© Inside Marketing 2013 - 2020 è un marchio registrato ® P.iva 07142251219
×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

loading
MOSTRA ALTRI