Giovedì 24 Settembre 2020
MacroambienteL’ultimo Blockbuster è su Airbnb: si può prenotare per una maratona di film o un pigiama party in perfetto stile Nineties

L'ultimo Blockbuster è su Airbnb: si può prenotare per una maratona di film o un pigiama party in perfetto stile Nineties

È l'unico store rimasto aperto nel mondo e i fan di Blockbuster su Airbnb possono prenotare pernottamento e pigiama party in perfetto stile anni Novanta.


Virginia Dara
A cura di: Virginia Dara Autore
L'ultimo Blockbuster è su Airbnb: si può prenotare per una maratona di film o un pigiama party in perfetto stile Nineties

Passare un’intera notte in un Blockbuster, il sogno proibito di praticamente ogni adolescente degli anni Novanta, diventa realtà. Dormire in posti famosi, resi celebri dal cinema o dalle serie TV, è da diversi anni un trend nel mondo dell’ospitalità e da qualche giorno si è aggiunto anche l’ultimo Blockbuster su Airbnb.

Che ci fa l’ultimo blockbuster su airbnb (e perché prenotare)

L’annuncio, comparso sulla piattaforma lo scorso 17 agosto 2020, parla chiaro: la sistemazione è per un massimo di quattro persone; ci si può fermare solo per una notte ma a scelta tra quella del 18, del 19 o del 20 settembre; il check-in è previsto per le 17 del giorno di arrivo e per il check-out non si può andare oltre le 8 del mattino seguente. Se c’è un Blockbuster su Airbnb – o, meglio, se l’ultimo negozio di Blockbuster sopravvissuto in tutto il mondo è finito su Airbnb – è per permettere ai nostalgici di quell’epoca di rivivere una perfetta serata in stile anni Novanta.

La superhost Sandi Harding, che nella vita di tutti i giorni è store manager del punto vendita di Bend (nella contea di Deschutes, Oregon), come già si accennava l’unico della catena di noleggio di videocassette più in voga qualche decade fa ancora in attività, ha pensato tutto in ogni minimo dettaglio. Gli ospiti si accomoderanno in un salotto arredato proprio come il salotto di una tipica famiglia americana con bambini degli anni Novanta, su un divano-letto aperto per l’occasione, davanti a un vecchio televisore con schermo quadrato e tubo catodico e avranno a loro disposizione una selezione di videocassette originali dell’epoca tra cui selezionare i titoli per la propria maratona di film.

ultimo blockbuster diventa airbnb

Chi prenoterà per dormire nell’ultimo Blockbuster su Airbnb si sistemerà su un divano-letto davanti a una vecchia TV a tubo catodico, proprio come in un tipico soggiorno di una casa americana degli anni Novanta preparata per un pigiama party o una maratona di film. Fonte: Airbnb

Immancabili anche gli snack da sgranocchiare davanti alla TV e, fa notare Business Insider, il vero tocco di classe è stato in questo senso riuscire a recuperare confezioni e packaging originali di quegli anni di patatine in busta e barrette di cioccolato.

blockbuster su Airbnb perché prenotare

Ci sono anche gli snack, nelle loro confezioni originali degli anni Novanta, disponibili per chi prenota una notte nell’ultimo Blockbuster al mondo trasformato in un Airbnb. Fonte: Airbnb

Naturalmente, chi ha prenotato il Blockbuster su Airbnb potrà presentarsi in pigiama o nei più comodi dei suoi abiti da casa: in pieno rispetto alle regole del marketing esperienziale, infatti, dormire da Blockbuster dovrà essere innanzitutto l’occasione per rivivere l’atmosfera di un pigiama party come gli adolescenti negli anni Novanta ne organizzavano di frequente.

Una notte da blockbuster e quella nostalgia degli anni novanta che non risparmia nessuno

Certamente host e ospiti del Blockbuster su Airbnb hanno altre regole da rispettare e, a ben guardare, sono quelle che valgono per la ripartenza dell’intero settore turistico nel post-coronavirus: mantenere la giusta distanza interpersonale e indossare la mascherina negli spazi comuni, sanificare completamente le camere a ogni cambio di ospiti, prediligere i momenti di convivialità solo tra membri della stessa cerchia di familiari o amici. Per vivere al meglio e in tutta sicurezza l’esperienza di un’intera notte passata in un Blockbuster, insomma, suggerisce l’host, l’ideale è essere in famiglia o tra amici stretti: non è così, del resto, che si organizzavano le maratone di film e cartoni anni Novanta? Decisamente Nineties anche il prezzo di una notte nell’ultimo Blockbuster esistente al mondo: 4 dollari, appena qualche centesimo in più del normale costo del noleggio di videocassette e DVD. Trasformarlo temporaneamente in una struttura ricettiva e permettere di prenotare Blockbuster su Airbnb, chiarisce Sandi Harding alla CNN, è stato infatti soprattutto un modo per celebrare i vent’anni dello store di Bend in un periodo in cui i divieti di assembramento e le altre misure anti-contagio avrebbero reso impossibile qualsiasi altra forma di celebrazione. Per la stessa ragione, in realtà, e per provare a scremare a valle la grande mole di richieste che ci si aspettava fin da subito, la prenotazione di una notte al Blockbuster è riservata ai soli cittadini della contea di Deschutes: «un modo per dire ai nostri clienti abituali che ci sono mancati in questi mesi di quarantena», continua la store manager, e forse anche, ipotizza ancora Business Insider, per ringraziarli per aver contribuito a mantenere in vita il negozio.

blockbuster noleggio videocassette anni novanta

Ci sarà una vera collezione di videocassette anni Novanta a disposizione di chi ha prenotato per dormire una notte nell’ultimo negozio Blockbuster sopravvissuto in tutto il mondo. Fonte: Airbnb

Va da sé, infatti, che solo grazie a dei fedelissimi e un po’ nostalgici del passato un’attività di video-renting può sopravvivere alla concorrenza di piattaforme per lo streaming televisivo come Netflix, Hulu, Disney+ che, (quasi) allo stesso prezzo del noleggio di una videocassetta, offrono decisamente più contenuti.

C’è un’intera streaming generation, peraltro, che è vissuta sempre in un mondo senza Blockbuster. Rendere disponibile per una notte l’ultimo Blockbuster su Airbnb sembra, così, un’immensa operazione nostalgia. La conferma è il fatto che per tutti, anche per chi non riuscirà a prenotare e dormire in negozio, sarà disponibile il merchandise ufficiale di questo pigiama party da Blockbuster. Soprattutto, però, anche i fan nostalgici di Blockbuster in Italia e in qualsiasi altro paese potranno contattare telefonicamente lo store di Sandi Harding e approfittare del servizio “Callgorithm”: parlando di persona con un commesso e descrivendogli per filo e per segno i propri gusti si potrà ricevere una lista di film raccomandati, proprio come quando non c’era un algoritmo ad analizzare i gusti in fatto di film, libri o acquisti. Si tratta, allo stesso tempo, di un’ode e del tentativo di tornare a «tempi più semplici e in cui c’era un più forte senso di comunità», sottolinea ancora la responsabile del negozio. Semplicità, ma forse anche spontaneità e ingenuità, che sono proprio tra le ragioni per cui tutti hanno nostalgia degli anni Novanta e, dai programmi TV ai prodotti alimentari sugli scaffali della gdo , spopolano le operazioni di revival di quegli anni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA E' vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Iscriviti alla newsletter! Ricevi gli aggiornamenti settimanali delle notizie più importanti tra cui: articoli, video, eventi, corsi di formazione e recensione libri
Potrai anche usufruire di offerte esclusive per libri, eventi e corsi.

Iscriviti

Altre notizie

© Inside Marketing 2013 - 2020 è un marchio registrato ® P.iva 07142251219
×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

loading
MOSTRA ALTRI