Lunedi 15 Ottobre 2018
MarketingInfluencer: ecco gli “archetipi” e come interagire con essi

Influencer: ecco gli “archetipi” e come interagire con essi

Diversi sono gli utenti in grado di “influenzare” gusti e consumi. Proprio per questo c’è chi ha provato a tracciarne degli archetipi.


Virginia Dara

A cura di: Virginia Dara Autore Inside Marketing

Influencer: ecco gli “archetipi” e come interagire con essi

Centinaia di social addicted si professano oggi influencer” di professione, alcune indagini, poi, hanno dimostrato come si possa arrivare a guadagnare su Instagram e simili, anche cifre importanti da un semplice post e anche le aziende sembrano ormai convinte che l’influencer marketing sia la via più efficace per assicurarsi conversion e retention dei clienti.

Numerosi studi, del resto, sottolineano l’importanza assunta nel tempo dagli influencer. Secondo una ricerca condotta da Twitter e Annalect – Il valore degli influencer su Twitter -, per esempio, almeno il 40% degli utenti dichiara di aver comprato un particolare prodotto o servizio dopo averlo visto usare da un influncer; a questo andrebbe aggiunto almeno un 20% che ha ammesso di aver condiviso sui social un contenuto “branded” postato da uno di loro. Lo stesso studio ha provato, poi, a misurare l’impatto concreto dell’influencer marketing sulla propensione all’acquisto degli utenti social, arrivando alla conclusione che, se chi ha letto un tweet originario del brand è quasi tre volte più intenzionato a comprare, la voglia di comprare un prodotto o servizio sale di oltre cinque volte per chi è stato esposto a contenuti prodotti dagli influencer. Influencer che, d’altro canto, sembrano (quasi) pareggiare amici e cerchie familiari quanto a fiducia attribuita.

influencer-quanto-valgono-su-twitter

Fonte: Twitter/Annalect

Quello che si tende a ignorare è, però, che il panorama dell’influencer marketing è oggi affollato da figure molto diverse tra loro. C’è chi sostiene che il futuro sia degli advocate e dei microinfluencer, cioè di esperti del settore nel primo caso e “gente comune” nel secondo, in grado di incarnare perfettamente i valori del brand e trasmetterli alla propria community. Da Traackar, una piattaforma di influencer marketing statunitense, invece, hanno provato a identificare i maggiori archetipi di influencer, individuando per ciascuno punti di forza e criticità, opportunità e valore aggiunto per l’azienda e, soprattutto, il modo migliore per relazionarsi con essi e costruire un rapporto duraturo e proficuo per il brand.

Gli archetipi di influencer

Dieci sono, così, i diversi archetipi di influencer individuati dalla piattaforma.

  • La celebrità. Ha un’audience molto vasta, in genere più grande di tutti gli altri tipi di influencer, motivo per cui vince almeno in termini di reach. Scegliere una celebrità per un brand è però come affidarsi alle “vecchie” strategie di endorsement.
  • L’autorità. È una persona la cui opinione è considerata molto credibile nel settore di riferimento, ha un’audience relativamente grande su cui esercita un forte potere di engagement. Proprio per questo andrebbe convinta con una proposta che crei valore aggiunto per la sua community e ne rafforzi la leadership.
  • Chi cerca connessioni”. Nella teoria delle reti sarebbe un hub, un nodo cioè, con tantissime connessioni e in grado di fare da “ponte” tra cerchie sociali diverse. Sfruttarne le potenzialità di influncer? Significa soprattutto approfittare della sua capacità di fare network e di creare relazioni.
  • Chi ha fatto un brand di se stesso. Per chi prova a fare personal branding il proprio nome è la propria fonte di guadagno. Come convincerlo a diventare influencer per un brand? Attraverso la possibilità di veder crescere le proprie audience, visibilità e reputazione.
  • L’analista. È per lavoro e per natura interessato ai dati e ne ha bisogno per ottimizzare le proprie performance. Per questo un’azienda intenzionata a coinvolgerlo come influncer dovrà essere in grado di fornirgli insight di prima mano e altri materiali su cui basare le sue analisi. Il suo valore aggiunto? La rilevanza naturalmente percepita dei contenuti che produce.
  • L’attivista. È uno degli “archetipi” di influencer più difficili con cui un brand possa rapportarsi. Si tratta di una figura, infatti, quasi sempre e per natura contraria alle logiche di business e di mercato che muovono le aziende. L’errore più grosso che si possa fare, però, è evitare il contatto con questa tipologia di influencer. Meglio mostrarsi aperti e comprensivi nei suoi confronti, soprattutto perché ha in genere forte risonanza e grandi capacità di generare engagement.
  • L’esperto. Il modo migliore per approcciarsi a questo tipo di influencer è mostrare che si tiene in profonda considerazione il suo parere, che si hanno gli strumenti per rendere più profonde e dettagliate le sue analisi e che si è disposti a farsene portavoce presso i propri clienti.
  • L’insider. Possono essere influecer rilevanti per un’azienda, specie in un’ottica “negativa” (perché scoraggiano la propria community ad affidarsi a prodotti/servizi del brand, etc.). Per questo serve instaurare con loro un dialogo corretto, evitando per esempio di invadere il loro spazio o di screditarli a “casa loro”.
  • Il distruttore. Ogni azienda ha il proprio bastian contrario intenzionato a screditarne prodotti e servizi. A volte può avere anche una buona audience ed essere in grado di coinvolgere attivamente i suoi follower. L’approccio migliore è, allora, mostrarsi aperti alla discussione e desiderosi di prendere in considerazione anche opinioni diverse dalle proprie. Insomma, alimentare il dibattito ma con sostanza.
  • Il giornalista. Ha, per ovvie ragioni, un’audience molto folta ed è costantemente alla ricerca di storie; per questo un brand che vuole sfruttarne il poter d’influenza non dovrebbe mai fargliene mancare una esclusiva, interessante, dal tempismo perfetto.
  • archetipi-di-influencer

    Fonte: Traackr

Libri di approfondimento

  • influencer marketing 2.0
    Influencer Marketing 2.0: Come sviluppare una strategia influencer-oriented

    In questo libro viene spiegato cos’è l’influencer marketing e come si costruisce un piano coerente con gli obiettivi di business?

    Leggi
  • influencer-marketing
    Influencer Marketing – Valorizza le relazioni e dai voce al tuo brand

    Prassi, strategie e strumenti per gestire influenza e relazioni

    Leggi
© RIPRODUZIONE RISERVATA E' vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Potrebbe interessarti

×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.