LibroInfluencer Marketing 2.0: Come sviluppare una strategia influencer-oriented

influencer marketing 2.0

Influencer Marketing 2.0: Come sviluppare una strategia influencer-oriented

In questo libro viene spiegato cos’è l’influencer marketing e come si costruisce un piano coerente con gli obiettivi di business?

EDITOREEpc
PUBBLICAZIONE2017
LINGUAItaliano
AUTOREGerardo Grasso
Ricerca libro

Parlare di Influencer Marketing 2.0 non è solo una questione di rebranding ma va messo in relazione ad una esigenza specifica: riconoscere all’influencer marketing  un ruolo centrale nell’ambito di una più vasta strategia multicanale per incrementare la brand awareness, orientare il processo di acquisto dei clienti potenziali, raggiungere nuovi mercati di riferimento e instaurare una nuova modalità di interazione tra un marchio e la sua audience di riferimento in una modalità dialogica, immediata e trasparente.

È da questo principio che muove il saggio Influencer Marketing 2.0: Come sviluppare una strategia influencer-oriented e gestire con successo il marketing dell’influenza, pubblicato da EPC Editore e scritto da Gerardo Grasso.

Oggi il termine influencer è quasi abusato e un numero crescente di aziende, pur avendone intuito lo straordinario potenziale, non ha ancora saputo maturare un genuino orientamento al marketing dell’influenza che si traduca in un approccio strategico consolidato, si basi su obiettivi misurabili, si integri in una più vasta e armoniosa distribuzione dei contenuti e impieghi modelli e workshet in grado di ottimizzare risorse e investimenti. È solo in un simile scenario che la figura dell’influencer assume un ruolo essenziale per consentire ai brand e alle aziende di integrarsi nell’economia della conversazione e presidiare i touchpoint del processo decisionale di acquisto dei clienti. Ed è su questi presupposti che si delinea l’impianto di una nuova visione – e un nuovo approccio – all’influencer strategy.

L’obiettivo del saggio è avviare un dibattito autentico che valorizzi la cultura dell’influenza e orienti il lavoro di Digital Strategist, webmarketer ed esperti di Social Media verso un approccio per certi versi ancora inedito all’influencer marketing, basato, cioè, non più e non solo su fattori quantitativi e che superi il pregiudizio secondo cui l’influencer sia un mero endorsement a pagamento, da considerare alla stessa stregua di ogni altro strumento pubblicitario interruttivo e che l’influencer marketing consista nella mera amplificazione di un messaggio sponsorizzato su un audience indifferenziata.

Il modello che viene delineato nel saggio, al contrario, è basato sulla definizione strategica degli obiettivi che guidano una campagna o un programma di influencer marketing, sull’individuazione degli influencer secondo una metodologia basata sulla rilevanza, su una distribuzione dei contenuti che contempli tutti gli asset di comunicazione di un brand e su una attività di misurazione e monitoraggio dei risultati costante, fondato su specifici KPI e con una visione d’insieme capace di orientarsi tra una pluralità di metriche e indici di performance, dagli insight Social ai dati Analytics. Un modello – e una metodologia – basato su tre fattori essenziali: il contenuto, l’analisi e la relazione, a dimostrazione che l’Influencer Marketing 2.0 nasce da una integrazione funzionale tra content marketing e strategia di influenza, un processo analitico data-driven e un workflow relazionale H2H – Human2Human – in cui le aziende smettono di porsi come rigide corporate ma si interfacciano con il proprio mercato obiettivo con una modalità di interazione peer-to-peer basata sulla rilevanza e la trasparenza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA