Domenica 26 Maggio 2019
MacroambienteLe aziende più innovative del 2019: dopo 13 anni Google e Amazon superano Apple

Le aziende più innovative del 2019: dopo 13 anni Google e Amazon superano Apple

Quali sono le aziende più innovative del 2019? Il sondaggio annuale di BCG le identifica e fornisce insight sui principali trend.


Simona Rossi
A cura di: Simona Rossi Autore
Le aziende più innovative del 2019: dopo 13 anni Google e Amazon superano Apple

Il tema dell’innovazione ha un ruolo sempre più centrale per i mercati e per le imprese, sia in termini di prodotto che di processo. Se fino a qualche decennio fa era possibile sopravvivere nel mercato senza apportare cambiamenti alla propria strategia di business, oggi, in uno scenario sempre più globalizzato e competitivo, parlare di cambiamento e innovazione è indispensabile in un’ottica di crescita e di sviluppo. Cosa significa innovare? Steve Jobs diceva «Innovation distinguishes between a leader and a follower», ovvero l’innovazione distingue un leader di settore da un mero seguace. Innovare significa, quindi, arrivare primi in un settore, avendo lo sguardo sempre rivolto al futuro. Quali sono, allora, le aziende più innovative del 2019?

A svelarlo è la classifica di Boston Consulting Group – società americana di consulenza strategica –, intitolata “The most innovative companies 2019“, che indaga le migliori aziende del mondo dal punto di vista dell’innovazione. Lo studio nello specifico ha analizzato cinquanta aziende a livello globale ed è stato condotto attraverso due strumenti: un questionario somministrato a senior manager provenienti da aziende di tutto il mondo e l’analisi del TSR (Total Shareholder Value), cioè il ritorno complessivo per gli azionisti.

Google e Amazon tra le aziende più innovative DEL 2019: Apple perde il primato

L’azienda più innovativa del 2019 è Google, seguita da Amazon e Apple. Per la prima volta dopo tredici anni di dominio il colosso di Cupertino cede lo scettro della classifica del Boston Consulting Group passando in terza posizione e confermando il “sentiment” della rete: Apple non innova più o, meglio, non più come un tempo.

Aziende più innovative del 2019

Le motivazioni? Forse il cambio di rotta dopo la morte di Steve Jobs. Molte delle decisioni del nuovo CEO Tim Cook – si pensi alla scelta controversa di lanciare l’attuale line-up con cinque diversi iPad – potrebbero aver minato l’identità del brand, da sempre sinonimo di cambiamento e innovazione. Colpa, forse, anche di un mercato, quello degli smartphone, sempre più saturo, dove il prodotto ha raggiunto margini di maturità tale da lasciare poco spazio a delle vere e proprie rivoluzioni. O, ancora, un’altra motivazione potrebbe essere il mancato sviluppo di prodotti in linea con le tendenze del momento: il 5g e gli smartphone pieghevoli, due trend in forte ascesa lanciati da Samsung e Huawei, rispettivamente in quinta e quarantottesima posizione nella classifica di BCG.

Ancora, per quel che riguarda la classifica delle aziende più innovative del 2019, dopo Google, Amazon e Apple, completano le prime cinque posizioni Microsoft e Samsung, seguite da Netflix, IBM, Facebook, Tesla e Adidas.

Il predominio dei colossi del mondo tecnologico è palese: si tratta, infatti, di ben nove aziende su dieci, di cui otto, tra l’altro, americane.

L’innovazione in Europa e nel mondo

La prima europea in classifica è la tedesca Adidas, seguita dalle connazionali BASF (dodicesimo posto) e Siemens (sedicesimo posto). Sono in tutto sedici le europee tra le aziende più innovative del 2019. Già nel 2018 si era intravisto un ritorno delle aziende del vecchio continente nella top 50 e il 2019 conferma il trend positivo con ben sei new entry (due tedesche, due olandesi e due inglesi).

Prima volta nella classifica delle aziende più innovative del 2019 anche per il Sud America che, dopo ben nove anni di assenza, con il gruppo minerario brasiliano Vale si aggiudica la diciannovesima posizione. L’ultima sudamericana in lista era stata la compagnia petrolifera Petrobas, nel 2010.

E l’Italia? Come nel 2018, nessuna azienda italiana in classifica. Tuttavia, nonostante il Paese non sia presente tra le top 50, aumenta sempre di più la consapevolezza del ruolo strategico dell’innovazione per la crescita aziendale. A dirlo è il 95% dei manager italiani intervistati, percentuale in aumento rispetto al 2018. In crescita anche le aspettative per l’incremento degli investimenti in ambito innovazione (80%, rispetto al 63% del 2018). Percentuali presumibilmente legittimate dal fatto che, come si legge nel report, «gli intervistati italiani nel complesso sono leggermente in ritardo rispetto alla media in termini di impatto e perseguimento dell’innovazione digitale».

Nuovi trend: intelligenza artificiale al primo posto

Come si poteva immaginare, il futuro dell’innovazione è nelle tecnologie digitali. Big data, piattaforme tecnologiche, design digitale, mobile, intelligenza artificiale: sono questi i macro-trend su cui puntare. Le aziende ne sono consapevoli, soprattutto per quanto riguarda l’intelligenza artificiale. Basti pensare alla folle corsa del mercato degli assistenti vocali, che solo lo scorso anno ha visto il lancio di Amazon Echo e Google Home.

A tal proposito, il 90% dei manager intervistati dichiara di investire attivamente nell’IA, il 30% si aspetta che l’IA sia tra le aree di innovazione a maggiore impatto per il proprio business nei prossimi 3-5 anni, mentre quasi il 30% degli intervistati afferma di puntare concretamente su queste tecnologie nei propri programmi di innovazione. L’intelligenza artificiale è quindi uno dei fattori che maggiormente stimola l’interesse dei manager di tutto il mondo. Nonostante ciò, secondo il rapporto, sono pochissimi gli intervistati che dichiarano di impiegare risorse interne per lo sviluppo di progetti di IA. Il 36% dei manager che hanno risposto alla survey, infatti, dichiara di affidarsi interamente a società esterne, mentre il 48% afferma di utilizzare un mix di risorse interne ed esterne.

In conclusione, tra new entry e vecchie conoscenze, la classifica “The most innovative companies 2019” di BCG si conferma, come ogni anno, un importante documento da studiare per comprendere le nuove tendenze dal mondo dell’innovazione in un’ottica di crescita e di sviluppo strategico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA E' vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Iscriviti alla newsletter! Ricevi gli aggiornamenti settimanali delle notizie più importanti tra cui: articoli, video, eventi, corsi di formazione e recensione libri
Potrai anche usufruire di offerte esclusive per libri, eventi e corsi.

Iscriviti

Articoli sull'argomento

© Inside Marketing 2013 - 2019 è un marchio registrato ® P.iva 07142251219
×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

loading
MOSTRA ALTRI