Mercoledi 17 Luglio 2019
MarketingRiportare in vita piantagioni di caffè a rischio scomparsa: così è nato il programma di Nespresso “Reviving Origins”

Riportare in vita piantagioni di caffè a rischio scomparsa: così è nato il programma di Nespresso "Reviving Origins"

Il programma di Nespresso "Reviving Origins" rilancia la produzione di caffè in paesi dove è quasi scomparso a causa di conflitti e difficoltà di vario tipo.


Raquel Baptista
A cura di: Raquel Baptista Autore
Riportare in vita piantagioni di caffè a rischio scomparsa: così è nato il programma di Nespresso

Lo scopo è promuovere la produzione di caffè in paesi del mondo in cui era coltivato prima che essi venissero colpiti da conflitti, disastri naturali o crisi economiche, come nel caso della Colombia e dello Zimbabwe: il programma di Nespresso “Reviving Origins“ vuole così “riportare in vita” delle varietà di caffè poco note o a rischio scomparsa, aiutando in questo modo a far crescere l’economia locale nelle regioni interessate.

Il programma di Nespresso che vuole risvegliare «i luoghi dimenticati del caffè»

«Le sfide che affrontiamo ci rendono più forti. Per alcune regioni in cui si coltiva caffè, che hanno affrontato conflitti politici e civili, c‘è voluto molto coraggio per rimettersi in piedi», si legge sul sito di Nespresso. Il brand nei prossimi cinque anni si impegnerà a far crescere e sviluppare quest’industria in paesi con difficoltà economiche.

Il programma di Nespresso vuole «riportare in vita delle varietà di caffè dimenticate, promuovere lo sviluppo economico di regioni che sono state colpite in maniera significativa da avversità e condividere con i consumatori un’esperienza di gusto totalmente nuova», ha spiegato il CEO di Nespresso Jean-Marc Duvoisin.

L’impegno di “salvare” delle varietà di caffè a rischio scomparsa è nato nel 2011 nel Sudan del Sud e ha portato alla nascita di Suluja ti SOUTH SUDAN, un’edizione limitata di miscela Nespresso la cui produzione ha dato un importante contributo all’economia locale.

Nel 2017, invece, l’iniziativa del brand si è estesa anche allo Zimbabwe e alla Colombia, dove il lavoro svolto ha dato origine alla prima edizione della collezione “Reviving Origins”.

“Reviving origins”: sostenibilità, solidarietà e racconti

Negli anni ‘80 i coltivatori dello Zimbabwe avevano un’importante produzione di caffè che si è praticamente fermata a causa di fattori climatici e dell’instabilità economica del Paese; in Colombia cinquant’anni di conflitto hanno portato gli agricoltori ad abbandonare le proprie terre.

Nespresso ha così deciso di dare supporto alle comunità delle regioni di Caquetá in Colombia e di Honde Valley in Zimbabwe, ripristinando le loro piantagioni di caffè, migliorando la loro vita e insegnandogli delle pratiche di coltivazione sostenibili. Lavorando da vicino con i coltivatori locali, l’azienda li ha aiutati ad aumentare la produttività e la sostenibilità dei raccolti, con un impatto rilevante sulle economie locali e sulla qualità di vita delle relative comunità rurali. Da questa collaborazione sono nate due nuove miscele: TAMUKA mu ZIMBABWE e ESPERANZA de COLOMBIA, in vendita in 18 paesi da maggio 2019.

Al di là dell’impatto economico di quest’iniziativa, il brand ha deciso di focalizzarsi anche sul relativo impatto sociale, riportando le storie di diversi coltivatori che hanno deciso di riprendere l’attività grazie al supporto fornito dal programma di Nespresso. L’impatto di Reviving Origins in Zimbabwe e in Colombia è stato così raccontato dalla fotografa di National Geographic Rena Effendi, il cui lavoro è stato anche oggetto di un’esposizione fotografica a Londra, disponibile anche sul sito di National Geographic.

Partendo dalla storia e dalla passione di molti dei coltivatori coinvolti in questa iniziativa, sono stati creati diversi spot che riportano la testimonianza di queste persone, le difficoltà incontrate, la volontà e la forza per superarle.

In quest’iniziativa è stato coinvolto anche il noto volto di Nespresso, il brand ambassador George Clooney, che in un video ha spiegato come problematiche come la guerra civile e le questioni climatiche possono rovinare intere piantagioni, riportando il caso della Colombia e dello Zimbabwe e spiegando come il programma di Nespresso contribuisce a rendere gli agricoltori più autonomi e più produttivi, «risvegliando le loro terre» ma anche i loro sogni e le loro passioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA E' vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Iscriviti alla newsletter! Ricevi gli aggiornamenti settimanali delle notizie più importanti tra cui: articoli, video, eventi, corsi di formazione e recensione libri
Potrai anche usufruire di offerte esclusive per libri, eventi e corsi.

Iscriviti

Potrebbe interessarti

© Inside Marketing 2013 - 2019 è un marchio registrato ® P.iva 07142251219
×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

loading
MOSTRA ALTRI