CampagneIl riposo forzato della Nazionale italiana al centro dello spot di Alce Nero “Comincia la partita!”

Il riposo forzato della Nazionale italiana al centro dello spot di Alce Nero "Comincia la partita!"

Spot comincia la partita di Alce Nero este
Fonte: Ufficio stampa di Alce Nero

Nello spot "Comincia la partita!", Alce Nero stabilisce un interessante legame tra agricoltura biologica e Mondiali di calcio 2022 per raccontare i valori del brand con un messaggio rivolto a tutti gli italiani.

«L’Italia non gioca il Mondiale» ha scritto Arturo Santini, presidente di Alce Nero, in una lettera rivolta ai consumatori, condivisa a novembre sul sito aziendale: ma cosa c’entra la mancata convocazione della Nazionale ai Mondiali di calcio 2022 con questo brand di alimenti biologici? Con un messaggio molto creativo e originale, lo spot “Comincia la partita” di Alce Nero collega un tema del momento alla vision adottata oltre 40 anni fa dall’impresa.

Il riposo del terreno (e della Nazionale italiana) raccontato nel nuovo spot di Alce Nero

«A giugno ci trovavamo sui campi dei nostri agricoltori per realizzare la nostra prossima campagna di comunicazione», si legge sul sito di Alce Nero. Proprio lì è nata l’idea alla base del nuovo spot “Comincia la partita”, incentrato su un curioso parallelismo tra agricoltura biologica e Mondiali di calcio, che si svolgeranno in Qatar dal 20 novembre al 18 dicembre 2022.

Il video, condiviso proprio il 20 novembre sul canale YouTube di Alce Nero, si apre con una frase che illustra ai consumatori il concetto di “maggese”, una «pratica agricola che consiste nel riposo del terreno per restituirgli fertilità».

A questa introduzione segue la ripresa, da lontano, di un terreno con al centro qualcosa che, muovendosi, crea l’illusione di una piccola piantina che gira su se stessa: man mano che la camera si avvicina al suolo però si capisce che si tratta in realtà di un bambino con in mano un pallone da calcio.

Alce Nero // Comincia la partita! Spot 2022

Alce Nero // Comincia la partita! Spot 2022

Una voce fuoricampo spiega allora il significato di queste immagini che collegano il periodo di riposo del terreno al «riposo forzato» della Nazionale italiana per la FIFA World Cup 2022:

«Noi, che abbiamo visto crescere i frutti di questa terra, sappiamo che, se la terra riposa, domani saranno ancora migliori. L’Italia oggi non è al Mondiale. E anche se fa male, perché fa male, mettiamocela tutta per tornare più forti che mai».

Il parallelismo viene proposto in maniera molto visiva grazie alle riprese di un bambino dal viso inizialmente rattristito che gioca a pallone sul terreno. Man mano che lo spot va avanti, si nota che la sua espressione cambia, mentre guarda avanti, afferra il pallone con le mani e lo alza con determinazione.

È allora che la voce fuoricampo chiude il video con la frase «comincia la partita» mentre sullo schermo compare la scritta «bio si è», un’espressione che ricollega questo spot alla campagna Alce Nero “Bio si nasce. Bio si cresce. Bio si è”, lanciata nel 2019 da PINK, agenzia che ha dato vita a una serie di spot, anch’essi in bianco e nero, gli stessi colori del logo di questa marca .

Fonte: Ufficio stampa di Alce Nero

Pubblicato in occasione dell’inizio dei Mondiali lo spot Alce Nero sottolinea, dunque, come il riposo è necessario per il terreno al fine di favorire la crescita dei frutti, allo stesso modo lo è per gli Esseri Umani, in quanto rende possibile lo sviluppo sia fisico che intellettuale della persona: la scelta di un bambino − immagine della fase iniziale della crescita − come protagonista dello spot, consente di rafforzare ulteriormente l’idea del riposo, peraltro ravvisabile anche in un semplice momento di pausa, di riflessione e/o di attesa, come opportunità di crescita.

Per Alce Nero “Comincia la partita” è un augurio di prosperità che richiama i valori del brand

Come si legge nel comunicato stampa diffuso il 21 novembre 2022 da Alce Nero, poiché «la terra ha bisogno di riposare per rigenerarsi ed essere fertile», ci vuole pazienza e perseveranza per poter vedere i frutti del proprio lavoro.

Questo concetto è divenuto un principio cardine per l’attività di Alce Nero. L’azienda, infatti, da oltre 40 anni ha scelto di puntare sull’agricoltura biologica, metodo che ritiene necessario per poter produrre degli alimenti «che facciano bene alla terra, a chi la coltiva e a chi si nutre delle sue materie prime». 

Con il nuovo spot, l’azienda ha provato a comunicare proprio questi valori legati alla sostenibilità nel settore agro-alimentare, cercando però di lasciare un «messaggio di forza e prospettiva» con il quale praticamente ogni consumatore potesse facilmente identificarsi.

Il titolo dello spot “Comincia la partita” assume così la funziona di messaggio di buon auspicio per una partita che, quest’anno, si giocherà fuori dal campo e che sembra essere rivolto a tutti gli italiani, come si legge nella lettera sopracitata:

«fermiamoci tutti. Tiriamo un sospiro e seguiamo il ritmo della terra. Prendiamo il buono del riposo. […] E anche se fa male, è nella consapevolezza che va trovato l’impegno e l’ottimismo per tornare più forti che mai».

Pur riprendendo il tema dello sport, il video in questione propone pertanto una parola di incoraggiamento che può raggiungere di fatto ogni consumatore poiché invita a vedere nei momenti di sfida e di difficoltà un’opportunità di crescita e di rigenerazione.

La scelta di lanciare questo augurio di prosperità risulta ancora più adatta se si considera il difficile scenario socio-economico attuale, come si legge nel comunicato stampa. Lo stesso presidente di Alce Nero ricorda che i tempi dell’agricoltura sono lunghi e lo sono ancora di più quelli dell’agricoltura biologica: consapevole di ciò, nel nuovo spot, il brand invita tutti i consumatori a essere pazienti e ottimisti durante i periodi di lunga attesa, ricordando che spesso un riposo forzato, «così come succede nella vita e nello sport, ci aiuta a tornare con più forza».

A tal proposito – come riportato nel comunicato stampa – la responsabile di comunicazione di Alce Nero, Chiara Marzaduri, riassume questa volontà di raccontare il brand e la relativa vision, partendo da un evento che in qualche modo avvicina tutti gli italiani: «parlare oggi dei valori della nostra marca, farlo in modo rilevante, in un contesto come quello che attraversiamo è davvero sfidante. La mancata convocazione ai Mondiali ci ha dato l’opportunità di farlo in un momento che viviamo tutti, in questo paese, ancora una volta accomunati da un’emozione condivisa».

Credits spot Alce Nero 2022 “Comincia la partita”

Agenzia: PINK
Project leaders: Germán Silva & Pier Paolo Pacchiarotti
Creative team: Germán Silva, Martin Polonsky & Jesús Molina
Brand team: Pier Paolo Pacchiarotti & Emanuela Moneta
Alce Nero team: Gabriele Testa, Chiara Marzaduri, Valentina Preti & Silvana Carbone
Case di produzione: WEAK Inc. & PINK
Director: Roberto Badò
DOP: Pedro del Rey
Editor: Mattia Bergonzi & Jesús Molina
Colorist: Mattia Bergonzi
Musica & Audio: SingSing
Fotografo: Moreno Monti
Post produzione: Matteo Tranchelini

© RIPRODUZIONE RISERVATA È vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Resta aggiornato!

Iscriviti gratuitamente per essere informato su notizie e offerte esclusive su corsi, eventi, libri e strumenti di marketing.

loading
MOSTRA ALTRI