CampagneMD sponsor del Jova Beach Party 2022 con l’obiettivo di far diventare il discount “sempre più cool”

MD sponsor del Jova Beach Party 2022 con l'obiettivo di far diventare il discount “sempre più cool”

MD sponsor Jova Beach Party 2022 JBP

Una strategia per definire un nuovo target clienti e una nuova brand image ha come chiave MD sponsor del Jova Beach Party 2022. La partnership con l'evento dell'estate genera associazioni di riflesso per il brand della GDO.

Come sponsor del Jova Beach Party 2022 MD ha deciso di uscire dai propri schemi, e da quelli che generalmente segue quella tipologia di operatori della GDO definiti come discount, accompagnando Jovanotti nelle 12 tappe del suo evento lungo tutta la penisola italiana. L’obiettivo principale di questa attività di marketing è di avvicinarsi a un target più giovanile e sfruttare le caratteristiche dell’evento per delineare, di riflesso, determinate associazioni (ci si augura, positive) alla propria immagine di marca.

MD sponsor del Jova Beach Party 2022 per avvicinarsi alla Gen Z

L’obiettivo dichiarato con questa sponsorship è infatti quello di diventare agli occhi del pubblico di riferimento un discount “cool”, ma è solo nel comunicato stampa che il brand chiarisce come questo equivalga in qualche modo a dire che oggigiorno è necessario allinearsi a valori come responsabilità sociale, inclusione e attenzione all’ambiente per avvicinare la generazione z ; questi, non a caso, sono proprio i valori che il Jova Beach Party (o JBP) mira a esaltare e dai quali, con tutta probabilità, come già si diceva, il brand mira ad avere, di riflesso, un ritorno in termini di reputazione positiva

L’edizione limitata della bottiglia spritz MD Jova Beach Party 2022

La volontà di dimostrarsi più “cool” sembra passare anche da un’immagine di prodotto (soprattutto per alcune tipologie) e sui social più vicina e coerente ai gusti delle generazioni più giovani. Per esempio, per il Jova Beach Party MD ha lanciato uno spritz in edizione speciale, limitata, dedicato proprio all’evento. Per rendere il prodotto ancor più accattivante il brand ha agito anche sul package: l’edizione limitata vanta infatti di una bottiglia estremamente colorata e con un design accattivante. Quest’attenzione all’estetica, nonché il possibile desiderio di conservare un ulteriore ricordo del concerto vissuto, potrebbe incentivare all’acquisto della bottiglia.

bottiglie MD

Una delle tante iniziative di MD sponsor Jova Beach Party 2022 è la creazione di uno spritz innovativo. Fonte: MD.it

La bottiglia è acquistabile presso i diversi punti vendita della marca , ma MD, in quanto main sponsor, è anche «unico distributore di spritz» all’evento, come si legge sul sito: un aspetto da non trascurare se si considera che, in questo modo, il brand crea una sorta di «appuntamento all’ora dell’aperitivo» con il pubblico presente all’evento, provando, così a creare una viva associazione tra la propria immagine e, soprattutto, quella del contesto in cui si svolge il JBP

Sempre all’interno della comunicazione ufficiale diffusa come main sponsor del Jova Beach Party 2022 MD, infatti, descrive in modo particolare il proprio stand, sottolineando delle iniziative di comunicazione, e non solo, ideate proprio per offrire un’esperienza con la marca: «presso lo stand MD – un’oasi di relax di 50 mq posizionata in un’area strategica del villaggio JBP – sarà possibile sorseggiare l’aperitivo , rilassarsi, mettersi in gioco con il Photo Booth e condividere le proprie emozioni. Anche sui social. Prevista infatti un’importante campagna digital per l’evento, enfatizzata dalla partecipazione di noti influencer».

Il touchpoint digitale per la collaborazione Jova Beach Party MD

Dal punto di vista digital va segnalata soprattutto la creazione di una landing page  dedicata alla partnership tra MD e Jova Beach Party. Molto curata, questa pagina web è stata strutturata in modo da focalizzare tutta l’attenzione dell’utente sulla presentazione dell’aperitivo in edizione limitata e sul dove poterlo trovare nei vari punti vendita (oltre che, ovviamente, al JBP stesso).

Il tono di voce e la grafica usati da MD sono estremamente coerenti con quelli del brand e del main event JBP. Lo mostrano, in particolare, nella prima parte della pagina le parole e le frasi che sono state messe in evidenza con il giallo, uno dei colori identificativi della brand identity di MD, e alcuni richiami allo stile fumetto del logo del Jova Beach Party. 

pagina web MD

Uno screenshot della sezione del sito creata da MD per la sponsorship del Jova Beach Party 2022.

Nella parte centrale della pagina, poi, non si può non notare il modo in cui sono presentate tutte le date del JBP, con frase «vengo anch’io? sì, tu sì!», chiaro richiamo al noto jingle delle pubblicità di MD per radio e televisione.

A chiudere la pagina, dopo la parte dedicata alla bottiglia in limited edition MD, un riferimento all’ hashtag #midiverto e ai canali social del brand.

Il ruolo degli influencer e di Instagram nella collaborazione MD Jova Beach Party

Proprio i social network sono un altro driver chiave per la strategia di MD.

Nonostante sui post presenti sulle pagine social di MD non sia presente un progetto editoriale dedicato che possa immediatamente attrarre l’attenzione del visitatore, le Stories hanno giocato un ruolo centrale. Con l’hashtag #midiverto molti influencer hanno condiviso su Instagram la loro esperienza al JBP, hanno segnalato la nuova limited edition di MD e hanno comunicato attraverso un tone of voice comune.
Un aspetto interessante è la presenza di veri e propri video di unboxing delle confezioni contenenti le tre bottiglie dello spritz MD. I contenuti di questo tipo mirano ad aggiungere desiderabilità al prodotto.

influencer in stories MD

Una storia repostata da MD con l’influencer Mattia Stanga e l’hashtag #MiDiverto. Fonte: Account Instgram di MD

Un’altra stories messa in evidenza sull’account Instagram di MD con l’unboxing della confezione degli spritz limited edition

Una collaborazione inusuale ma che apre molte strade a MD

Nel settore della gdo i discount non sono conosciuti per avere nella loro storia grandissime collaborazioni, soprattutto con il settore della musica.

Lidl è diventata caso studio per il lancio dei suoi prodotti di moda e ora altri supermercati stanno cercando di prendere spunto da un’iniziativa felice del brand; ma sono soprattutto big company ad attivare collaborazioni per eventi o attività musicali (si pensi, a mero titolo esemplificativo, al Coca-Cola Summer Festival o a come Coca-Cola si sta sempre più inserendo nel settore musicale).

L’obiettivo nell’operare una commistione di settori merceologici è comunque sempre quello di ampliare l’universo di marca e permettere alle aziende, come MD per l’appunto, di sposare valori e iniziative che altrimenti non riuscirebbero a sostenere o, perlomeno, non nel breve termine e con associazioni valoriali ed emotive particolarmente forti.

Soprattutto, l’attivazione di sponsorship come quella di MD per il Jova Beach Party vuole rappresentare (e spesso lo diventa) un elemento differenziante rispetto ai competitor , creando maggiore awareness, un passaparola positivo e un possibile nuovo bacino di clienti.

Come tutte le iniziative di questo tipo, la collaborazione MD Jova Beach Party  avrà però davvero successo per l’immagine del discount se non si limiterà a una sterile affermazione di concetti come “sostenibilità”, “coolness”, “giovinezza” e così via. MD, in questo momento, dovrebbe passare a una fase successiva della strategia, dove effettivamente mette in pratica tutti i concetti e valori che fino a ora è riuscita a comunicare correttamente grazie all’opportunità di partnership di un grande evento musicale come il JBP.

© RIPRODUZIONE RISERVATA È vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Resta aggiornato!

Iscriviti gratuitamente per essere informato su notizie e offerte esclusive su corsi, eventi, libri e strumenti di marketing.

loading
MOSTRA ALTRI