Giovedì 24 Settembre 2020
MarketingOn air “The Jump”, la campagna di influencer marketing per la nuova Honda Jazz Hybrid

On air "The Jump", la campagna di influencer marketing per la nuova Honda Jazz Hybrid

Tra i personaggi coinvolti Francesco Mandelli e Flavia Pennetta, che raccontano ai fan i momenti di coraggio e determinazione nella loro vita. Quali sono però ad oggi i limiti della campagna di influencer marketing di Honda?


Vincenzo Vasco
A cura di: Vincenzo Vasco Autore
On air

La vita mette spesso gli individui di fronte a scelte difficili, a momenti in cui non si sa se continuare a seguire la strada già tracciata o lanciarsi in un percorso completamente inedito e incerto e fare un salto nel vuoto, provando qualcosa di nuovo che piace e spaventa allo stesso tempo. È questa l’idea alla base di The Jump – #AMomentYouCanFeel”, la campagna di influencer marketing Honda pensata per il lancio della nuova Honda Jazz Hybrid e curata da The Story Lab, firma internazionale specializzata in progetti di content entertainment. Come spiegano gli ideatori nel comunicato di lancio di “The Jump, la campagna ruota intorno ai turning point del quotidiano, «quei momenti che, nella propria vita, hanno segnato una svolta, un nuovo inizio». 

Per raccontare questi momenti e il significato che assumono, The Story Lab si è affidata a dei personaggi molto diversi tra loro, ma accomunati da una grande determinazione e da un forte senso della famiglia: la tennista e mamma Flavia Pennetta, il regista e attore Francesco Mandelli e sua moglie Luisa Bertoldo, esperta di comunicazione e PR. Gli aspetti più tecnici del racconto sono invece affidati ad Andrea Galeazzi, blogger di successo con una passione per le auto.

Un salto nelle emozioni: il post di francesco mandelli

On air dal 10 luglio e fino alla fine di dicembre 2020, la campagna ha preso ufficialmente il via con il primo post pubblicato da Francesco Mandelli su Instagram e Facebook il 23 luglio 2020.

È un racconto intimo dell’ex “nongio” di MTV Italia, che in un album dedicato alle persone che ama ricorda alcuni dei momenti più importanti della sua vita. «Non si deve avere paura di viaggiare, di provare a volare per toccare il cielo con un dito – racconta Mandelli nel suo post ricco di metafore “automobilistiche” –, la vita è un salto, basta prendere una bella rincorsa e diventa un sogno bellissimo». Un sogno chiamato “libertà” che spinge il presentatore, marito e padre a prendere sempre la decisione più coraggiosa, la strada che risponde di più alle richieste dell’anima.

View this post on Instagram

Mi chiamo Francesco Mandelli e questo è il diario di un uomo libero.
Questo piccolo album è dedicato alle persone che mi vogliono bene. Sono i ricordi
della vita fin qui, sono tutti indelebili e sono la cosa più preziosa che abbiamo, i
ricordi. Guardo quel bambino e ripenso alla forza che mi sentivo dentro, mi
sembrava di poter fare qualsiasi cosa, era come sentirsi invincibili e ci credevo tanto,
è stata la mia fortuna. Una fortuna che mi sono cercato e mi ha fatto salire a bordo di
una macchina che nei miei 20 anni andava forte, andava in posti meravigliosi e mi
faceva incontrare persone straordinarie, e cavalcare le mie passioni, recitare,
cantare, girare il mondo. Eppure il senso della vita doveva ancora arrivare. Stava in
una compagna di viaggio capace di stupirmi e di farmi sentire completo, insieme a lei
affrontare le curve anche quelle più pericolose e i rettilinei da farti mancare il respiro
come su una montagna russa, per poi voltarsi verso di lei e sorridere. Così potente il
nostro amore da creare il miracolo più grande, poterlo stringere tra le nostre braccia
e spaccarci il cuore di felicità. una faccetta, un corpicino e tanti capelli neri in testa, e
un nome, quello di nostra figlia.
Non si deve avere paura di viaggiare, di provare a volare per toccare il cielo con un
dito. La vita è un salto, basta prendere una bella rincorsa e diventa un sogno
bellissimo, come quelli che faccio ancora in certe notti, dove rimbalzo altissimo e ad
ogni passo salgo sempre più in alto. non è facile da spiegare..penso si chiami libertà,
la cosa più preziosa che abbiamo. Sono curioso di sapere da voi, quale salto vorreste fare? @hondaautoitalia #ad #Jump #AMomentYouCanFeel #JumpStories #Honda #Jazz #Hybrid #ThePowerOfDreams #guardaavanti

A post shared by Francesco Mandelli (@francesco_mandelli) on

E il messaggio di Francesco, corredato degli hashtag ufficiali della campagna, non poteva che essere un successo tra i suoi follower: il suo album su Instagram ha raccolto più di 10.300 cuoricini e oltre 180 commenti in pochi giorni.

Il cambiamento secondo flavia pennetta

Grande successo anche per il secondo post, questa volta firmato da Flavia Pennetta. Sul suo profilo Instagram l’ex tennista ha raccontato ai follower cosa rappresenta per lei la parola “salto” e quanto sia importante rendersi disponibili al cambiamento nel corso della vita. «Scegliere significa cambiare. E il salto è proprio questo, un progresso: ci mettiamo alla guida della nostra vita verso un nuovo percorso», scrive nel suo post la campionessa, che ha scelto di rappresentare visivamente questo concetto con delle immagini di un salto in riva al mare, un’immagine di gioia e di grande libertà.

Anche in questo caso l’apprezzamento follower non si è fatto attendere e in meno di una settimana il post ha ottenuto quasi 5.700 like.

Campagna di influencer marketing honda: la coerenza con la vision del brand

«Offrire prodotti e servizi che alimentino i sogni e il potenziale delle persone»: è questa la value proposition di Honda, presentata sul sito internazionale della firma automobilistica e declinata in una serie di iniziative e di scelte strategiche del brand.

Un brand che ha deciso di investire sul futuro: la casa produttrice di auto e moto mostra da diversi anni grande attenzione al tema della sostenibilità ambientale e ha lanciato sul mercato diversi veicoli elettrici e ibridi, tra cui la Honda Jazz Hybrid appunto. Un obiettivo, quello di creare valore per le persone e far crescere le loro aspirazioni, che si traduce nel claim “Il potere dei sogni” che ben sintetizza il percorso di vita e i successi professionali di Soichiro Honda, fondatore e primo presidente della casa nipponica.

Quando sei demotivato, pensa alle parole di un visionario che non ha mai smesso di sognare. #SoichiroHonda #ThePowerOfDreams #Honda

Pubblicato da Honda Auto Italia su Mercoledì 22 luglio 2020

Ed è proprio questo claim, distintivo e aspirazionale, a guidare l’intera strategia di comunicazione del brand online e sui social: sulla pagina Facebook di Honda Auto Italia sono infatti tantissimi i rimandi al tema dei sogni e alla possibilità di realizzare i propri obiettivi attraverso l’impegno e la tenacia.

Si tratta di un punto di vista molto coerente con quello elaborato dalla campagna Honda “The Jump“, che fa del coraggio la propria cifra, chiedendo ai follower di condividere esempi di scelte basate sulla determinazione e sulla libertà, stimolando la produzione di user generated content e in un certo senso anche il prosumerismo in pubblicità

L’influencer marketing nel settore automotive

Il connubio influencer e brand del settore automotive sta diventando sempre più saldo. Sono tante le case automobilistiche che hanno destinato risorse importanti alle attività di influencer marketing negli ultimi anni, soprattutto per il lancio di nuovi modelli o per dei restyling molto attesi.

Una delle ragioni alla base di questo trend è la presenza online di molti blogger appassionati di auto e moto che con le loro recensioni e video tutorial sono riusciti a guadagnarsi l’approvazione del pubblico social, diventando car influencer di successo. Tra i più noti in Italia Marco Bronzetti, con oltre un milione di seguaci su Facebook, Instagram e YouTube.

Honda, l’influencer marketing nella storia recente del brand

La casa nipponica, del resto, negli ultimi anni ha fatto ricorso più volte a personaggi noti e molto influenti per veicolare sui social i propri valori e far crescere il buzz sulle auto in commercio.

Ne è un esempio un’altra campagna di influencer marketing Honda lanciata sui canali statunitensi che hanno coinvolto i blogger attivi non solo nel settore automotive, ma anche in altri ambiti. È del 2019 ad esempio Your Passport to Adventure“, la campagna per il lancio del Suv Passport. La casa automobilistica ha chiesto in questo caso ai follower di uscire dalla routine quotidiana e mettersi in gioco con una nuova avventura. Per farlo, oltre agli spot e ai materiali di comunicazione sui media digitali e offline, ha chiesto a dieci noti influencer di recarsi al parco nazionale di Yosemite, in California, a bordo di un Suv Passport e raccontare la loro avventura sui social. Tra gli influencer scelti per la campagna Joe Gall, che sul suo canale Instagram ha più di 102mila follower (ad agosto 2020), e Stacey Kilpatrick, con i suoi 31mila seguaci (ad agosto 2020). 

Un ulteriore esempio risale al 2018, con la campagna di lancio della nuova RDX di Acura, il marchio di Honda dedicato ai modelli di classe superiore. In occasione del lancio del nuovo veicolo, Acura ha presentato la campagna social #LookUp in cui ha coinvolto diversi influencer in ambito fotografico: a bordo di una RDX, gli artisti hanno raggiunto alcuni dei luoghi più isolati d’America per raccontare lo sciame meteorico delle Orionidi, che si è verificato nella notte del 21 ottobre. 

Il risultato è una serie di immagini di grande fascino, in cui il veicolo viene rappresentato in un contesto onirico. Tra gli influencer individuati in questo caso, Ryan Millier, fotografo e art director con più di 256mila follower su Instagram (ad agosto 2020), e Rachel Jones Ross, specializzata proprio in fotografia astronomica con più di 75mila follower all’attivo (ad agosto 2020).

View this post on Instagram

For the last 8 weeks, I have been on one crazy adventure after another. Five days ago I flew from the UK to Washington DC, and embarked on a road trip of epic proportions with my favourite co-creator @mrhollender In partnership with @Acura, our mission was to photograph the #OrionidMeteorShower in some of the darkest skies in the continental US. This turned out to be an ASTROnomical challenge, as the lunar cycle was approaching full moon, and ever changing weather chased us from Washington DC, to rural Virginia. On the first night of our adventure, Mike turned to me and said “I’ll drive, you keep looking up.” This statement pretty much summed up the whole trip: One person drove the beautiful @Acura #RDX and the other watched the skies through the phenomenal pano moon roof, watching for a clearing in the clouds large enough for the stars to shine through. I think that when Acura designed this SUV, they had me in mind. It’s designed for people who challenge the notion of conventional. For people who are fiercely independent. And for people who #lookup both in life and in their environment.

A post shared by Astro Photography 🇨🇦 Banff, AB (@rachel_jones_ross) on

“the jump”: la campagna di influencer marketing honda con ancora poco buzz

Nonostante il brand abbia alle spalle diverse campagne di successo, soprattutto per il pubblico statunitense, “The Jump” sembra non essere riuscita ancora a ingranare la marcia, almeno per il momento.

Al di là dell’apprezzamento per i post di Mandelli e Pennetta, infatti, gli utenti non sembrano aver raccolto l’invito a raccontare i propri momenti di coraggio usando l’hashtag della campagna. A determinare questa scarsa partecipazione potrebbe concorrere la scelta del brand di non dare visibilità all’iniziativa sui propri social. In queste prime settimane, infatti, i canali ufficiali di Honda Auto Italia non hanno ancora fatto cenno a “The Jump“: finora non sono stati pubblicati post o contenuti sul tema, né viene data in qualche modo visibilità ai primi post degli influencer. È la connessione tra influencer e brand in questo caso a mancare, lasciando di fatto isolati e senza una reale cornice di riferimento i due post di Mandelli e Pennetta.

Discutibile anche la scelta di rivolgersi a un numero così esiguo di influencer. Come dimostrano diverse ricerche sul tema, infatti, in questi ultimi anni il coinvolgimento di un numero maggiore di micro-influencer si è rilevato molto utile, soprattutto nelle campagne progettate per il lancio di nuovi prodotti. 

Inoltre, è opportuno fare una riflessione sul fattore tempo. “The Jump” è una campagna progettata per vivere circa cinque mesi, fino a dicembre 2020: un periodo sicuramente ampio per raggiungere un pubblico molto esteso e lanciare una serie di attività di comunicazione. Un timing così dilatato, però, può rivelarsi in alcuni casi anche un limite, disperdendo i contenuti e non permettendo ai follower di rintracciare un filo conduttore tra le varie attività presentate.

Insomma, anche in questo caso ogni aspetto deve essere valutato con attenzione, ricordando che l’influencer marketing è un’attività che può portare a risultati molto interessanti, ma che presenta anche numerose sfide e difficoltà.

© RIPRODUZIONE RISERVATA E' vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Iscriviti alla newsletter! Ricevi gli aggiornamenti settimanali delle notizie più importanti tra cui: articoli, video, eventi, corsi di formazione e recensione libri
Potrai anche usufruire di offerte esclusive per libri, eventi e corsi.

Iscriviti

Altre notizie

© Inside Marketing 2013 - 2020 è un marchio registrato ® P.iva 07142251219
×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

loading
MOSTRA ALTRI