Giornale di marketing,
comunicazione e cultura digitale
Resta aggiornato:
Inside Marketing
MarketingPassare una notte nella casa di “Mamma, ho perso l’aereo”? A Natale si può, grazie a un annuncio su Airbnb

Passare una notte nella casa di "Mamma, ho perso l'aereo"? A Natale si può, grazie a un annuncio su Airbnb

L'host è il fratello maggiore, ma durante il soggiorno si potranno vivere avventure alla Kevin: è un'operazione per nostalgici dei '90 infatti la possibilità di affittare la casa di HomeAlone su Airbnb, ma non solo.

C’è la casa di Mamma ho perso l’aereo su Airbnb a disposizione di chi, quest’anno, potrebbe voler trascorrere un Natale davvero sui generis e all’insegna di una certa nostalgia.

Il film (in inglese Home Alone) e il suo seguito, con protagonista Macaulay Culkin nei panni di uno scalmanato ragazzino americano alle prese con le più assurde avventure casalinghe, tra i cult degli anni Novanta, così come anche i numerosi sequel realizzati negli anni, hanno ispirato la piattaforma di home sharing a progettare un soggiorno esperienziale a prova di veri fan dei McCallister.

casa mamma ho perso l aereo airbnb

L’annuncio su Airbnb per trascorrere una notte nella casa di Mamma ho perso l’aereo.

L’host della casa di Mamma ho perso l’aereo su Airbnb è, non a caso, Buzz McCallister, il «non particolarmente simpatico» – come nella descrizione dell’alloggio ammette di essere stato in passato – fratello maggiore di Kevin. Lontano da Chicago per una vacanza con la famiglia, una situazione narrativa tipo dei film, Buzz mette a disposizione l’intero «castello» dei McCallister già addobbato a festa e con tante luci di Natale scintillanti a quattro ospiti per la notte del 12 dicembre 2021.

Cosa aspettarsi dal soggiorno nella casa di Mamma ho perso l’aereo su Airbnb

È possibile prenotare su Airbnb a partire dal 7 dicembre 2021 e, come per ogni altro annuncio sulla piattaforma, si aggiudica l’alloggio chi arriva per primo; l’unico requisito indispensabile richiesto da Buzz è riuscire «a non far scappare la mia tarantola Axl questa volta!».

Chi affitta la casa di Mamma ho perso l’aereo su Airbnb, infatti, più che dormire dovrà fare i conti con alcune delle più iconiche avventure di Kevin e potrà rivivere in prima persona una serie di scene cult dei film: dal rocambolesco inseguimento dei ladri in cantina alle trappole esplosive da disinnescare, prima di godersi finalmente un bagno nella vasca del bagno patronale, la migliore pizza di Chicago o una cena a lume di candela a base di maccheroni al formaggio riscaldati in microonde. «Anche se ora siamo più vecchi e più saggi – ho persino la mia compagnia di sicurezza – non si è mai troppo grandi per degli scherzi di Natale» avvisa il maggiore dei fratelli McCallister.

Dalla beneficenza alla promozione cinematografica, come il set di Home Alone è finito su Airbnb

Cavalcare il successo del cineturismo e del turismo esperienziale o il trend del dormire in posti famosi – non è passato molto tempo da quando su Airbnb era possibile prenotare un alloggio simile alla struttura dormitorio di Squid Game – non sembra però a ben guardare l’unico motivo per cui, per un prezzo simbolico di 25 euro per una notte, si può soggiornare ora nella casa di Mamma ho perso l’aereo.

Chi riuscirà a prenotare la casa di Mamma ho perso l’aereo su Airbnb saprà di partecipare, infatti, anche a un’iniziativa a scopo benefico: per raccontare come e perché organizzerà con il ricavato una donazione per un ospedale pediatrico di Chicago, Buzz non a caso fa riferimento al fatto che si tratti della stagione “in cui siamo tutti più buoni”, parafrasando le sue parole.

Inoltre, tra i modi in cui si potrà passare la serata in casa McCallister c’è anche guardare il nuovo capitolo, su Disney+, dal titolo Home Sweet Home Alone. Anche le serate a tema cinema sono un’esperienza piuttosto anni Novanta – tanto che qualche tempo fa Airbnb ha organizzato un pigiama party nell’ultimo Blockbuster esistente al mondo per rendere omaggio a un passatempo che rischia di non esistere ancora a lungo –, ma in questa prospettiva poter affittare la casa di Mamma ho perso l’aereo su Airbnb sembra soprattutto un’operazione di promozione cinematografica. E dai tour delle location di Westeros dedicati ai fan di Games of Thrones alle passeggiate fotografiche per Le Vele dedicate a quelli di Gomorra, di strategie di promozione cinematografica simili non ne sono mancate in questi anni.

Un gadget natalizio che è da solo un omaggio alle scene cult di Mamma ho perso l’aereo

A migliorare ancora il ricordo di brand , se proprio ce ne fosse bisogno, e per aumentare le probabilità di riuscita della promozione c’è un regalo natalizio per gli ospiti dei McCallister: il set LEGO di Home Alone[1].

set lego mamma ho perso l'aereo

A inizio novembre, ancora puntando su un’operazione nostalgia a tema Natale, l’azienda ha rilasciato infatti un set di 3955 mattoncini colorati, divisi in 24 diversi sacchetti, con cui ricostruire la casa di Mamma ho perso l’aereo a Chicago in tutti i suoi più piccoli dettagli, inclusa la ghirlanda natalizia alla porta, le action figure dei protagonisti del film, lo specchio che Kevin riempie di schiuma urlando e il trenino con i cartonati dei personaggi famosi che nel primo capitolo usa per spaventare i cattivi.

Parte della linea LEGO Ideas, e progettato cioè da un fan di LEGO, il set è in vendita online e negli store a un prezzo di poco meno di 250 euro e, secondo quanto avrebbe confermato l’azienda, contiene elementi usati per la prima volta in assoluto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA È vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Resta aggiornato! Ricevi gratuitamente le ultime news e le offerte esclusive per corsi, eventi e libri in ambito marketing e comunicazione.

ISCRIVITI ai nostri canali:

© Inside Marketing 2013 - 2022 è un marchio registrato ® P.iva 09229251211
loading
MOSTRA ALTRI