CampagneGwyneth Paltrow, Jennifer Coolidge e Trevor Noah protagonisti dello spot di Uber Eats per il Super Bowl 2022

Gwyneth Paltrow, Jennifer Coolidge e Trevor Noah protagonisti dello spot di Uber Eats per il Super Bowl 2022

Spot uber eats per super bowl 2022

Nei teaser di Uber Eats per il Super Bowl 2022, Gwyneth Paltrow e altre star mangiano dei prodotti non commestibili, ricordando ai consumatori che ora possono ordinare prodotti non necessariamente alimentari.

A pochi giorni del grande evento, il brand noto in particolare per il servizio di food delivery ha deciso di ricordare ai consumatori che negli Stati Uniti possono ricevere a domicilio prodotti appartenenti a categorie molto diverse, non solo food, dunque. L’azienda americana ha così scelto di lanciare differenti teaser per lo spot Uber Eats per Super Bowl 2022, all’interno della più ampia campagna Uber Don’t Eats“, che hanno come protagonisti tre volti noti, ossia le attrici Gwyneth Paltrow Jennifer Coolidge e il conduttore televisivo Trevor Noah.

Gli insoliti teaser che anticipano lo spot Uber Eats per il Super Bowl 2022

Il 13 febbraio 2022 al SoFi Stadium di Inglewood avrà luogo un importante evento sportivo, negli anni divenuto anche un’importante opportunità a livello pubblicitario per le aziende desiderose di promuovere i propri prodotti o servizi: Uber Eats ha deciso di sfruttare l’occasione per informare i consumatori della strategia di espansione dell’azienda, avviata lo scorso anno.

Nei teaser lanciati a inizio febbraio per anticipare lo spot Uber Eats Super Bowl 2022, Gwyneth Paltrow e altre celebrità assaggiano dei prodotti non commestibili come una candela, un deodorante e persino un rossetto: un modo insolito per far sapere ai consumatori statunitensi che è possibile per loro da questo momento ordinare non solo pasti ma anche differenti generi alimentari e altri beni come prodotti per l’igiene, la pulizia, oltre a tante altre categorie.

Da luglio 2022, infatti, Uber Eats ha attivato il servizio di consegna della spesa in 400 città statunitensi[1] e l’azienda sembra voler investire ulteriormente in questa strategia, aumentandone la visibilità grazie al lancio di uno spot dedicato che, poiché verrà lanciato durante il Super Bowl LVI, sarà in grado di raggiungere facilmente un elevato numero di spettatori.

Gwyneth Paltrow assaggia una candela per Uber Eats

Tra i vari teaser pubblicati, a richiamare ancor di più l’attenzione degli utenti e della stampa è stato probabilmente quello di Gwyneth Paltrow, poiché riprende la famosa candela This Smells Like My Vagina, un prodotto ideato dall’attrice che avrebbe l’odore della sua vagina. Nel teaser di sette secondi con Gwyneth Paltrow, pubblicato il 2 febbraio sul canale YouTube dell’azienda, l’imprenditrice statunitense è seduta sul divano con accanto una busta di Uber Eats. In mano la star ha la sua candela, arrivata grazie al servizio di consegna a domicilio; dopo averla assaggiata commenta: «Questa candela ha un sapore strano. Non è male ma… è strano».

Certamente non si tratta di un prodotto commestibile, ma il fatto che sia arrivato tramite una consegna di Uber Eats sembra creare confusione nella mente della celebrità portandola ad assaggiare la candela, come se si trattasse di una pietanza o di uno snack.

Gwyneth Paltrow Big Game Teaser 🏈  | Uber Don't Eats coming 02.13.22

Screen dal video: Gwyneth Paltrow Big Game Teaser 🏈 | Uber Don’t Eats coming 02.13.22

Una lampada e un deodorante “poco saporito” consegnato da Uber Eats a Trevor Noah

L’attrice non è l’unica ad assaggiare degli snack improbabili: Trevor Noah è invece il protagonista di un teaser di 15 secondi in cui annusa con qualche perplessità un deodorante arrivato in una busta di Uber Eats. Dopo aver analizzato per qualche secondo il prodotto decide di assaggiarlo, rimanendo visibilmente disgustato a causa del sapore.

Trevor Noah Big Game Teaser 🏈 | Uber Don't Eats coming 02.13.22

Screen dal video: Trevor Noah Big Game Teaser 🏈 | Uber Don’t Eats coming 02.13.22

In un altro teaser, invece, il conduttore prova con difficoltà a mangiare una lampadina, consegnata sempre da Uber Eats, ottenendo sempre lo stesso deludente risultato quando il prodotto gli si rompe in bocca.

Spot uber eats per super bowl 2022 con trevor noah

Fonte: Uber Eats

Jennifer Coolidge mangia un “gustoso” rossetto nel teaser di Uber Eats per Super Bowl 2022

In un teaser di 30 secondi, Jennifer Coolidge, attrice nota per aver preso parte a film commedia come American Pie e La rivincita delle bionde, riceve una consegna di Uber Eats e, come gli altri testimonial , anch’ella sembra confusa quando trova nella busta dell’azienda dei prodotti che non sono alimenti. In questo caso, seppure inizialmente diffidente, finisce per mangiare con piacere un rossetto di colore viola, seguito da un pennello per il trucco.

Jennifer Coolidge Big Game Teaser 🏈 | Uber Don't Eats coming 02.13.22

Screen dal video: Jennifer Coolidge Big Game Teaser 🏈 | Uber Don’t Eats coming 02.13.22

Per i prodotti presentati il teaser potrebbe richiamare la partnership tra Uber e Sephora, conclusa lo scorso anno, che consente ai consumatori di Stati Uniti e Canada di ricevere a domicilio i prodotti di quest’ultima marca .

Con un tocco leggero e ironico la campagna “Uber Don’t Eats” parla dell’evoluzione del business

La campagna “Uber Don’t Eats“, lanciata in occasione di uno degli appuntamenti sportivi più attesi negli Stati Uniti, è stata ideata dall’agenzia Special Group. Questa prevede pubblicità out-of-home con il coinvolgimento di vari testimonial e la creazione di buste con il nome della campagna, giocando sul fatto che se su Uber Eats si può «acquistare di tutto», non tutto ciò che si acquista va mangiato, come si legge in una delle pubblicità in cui Jennifer Coolidge compare mangiando un foglio di carta igienica.

Fonte: Uber Eats

Come riportato a Ad Age dalla global executive creative director di Uber, Danielle Hawley, l’azienda ha scelto di sfruttare il Super Bowl in maniera creativa per “prendere in girose stessa[2]: «perché ora che puoi acquistare tutto, tra il nostro servizio e il nostro nome non c’è più corrispondenza». In questo senso, la scelta leggermente bizzarra di chiedere a diverse celebrità di mangiare dei prodotti non commestibili si presenta così come un modo simpatico e ironico per comunicare la decisione dell’azienda di mantenere il nome Uber Eats.

La campagna in questione è stata ideata dalla stessa agenzia che ha dato vita alla campagna “Tonight I’ll be eating“: a margine di quest’ultima sono stati diffusi a settembre 2021 tre spot Uber Eats con Elton John e Lil Nas X, in cui i cantanti ordinano cibo a domicilio mentre si divertono seduti su giostre per bambini. Analizzando questi video non è difficile trovare delle somiglianze con i teaser lanciati per il Super Bowl 2022, non solo per la scelta di sfruttare la visibilità di note celebrità come testimonial, ma anche per lo stile leggero e divertente che accomuna i differenti spot.

Mentre il tone of voice è rimasto invariato rispetto alla campagna precedente, con il lancio di “Uber Dont’ Eats” occorreva invece comunicare un cambiamento già avviato all’interno dell’azienda. Negli ultimi anni Uber Eats ha subito una veloce trasformazione passando dall’essere semplicemente una piattaforma di food delivery a un «negozio in cui trovi tutto ciò di cui hai bisogno: prodotti beauty, alcool, prodotti per animali domestici e molto di più», ha spiegato Danielle Hawley.

Spot uber per super bowl 2022

Fonte: Uber Eats

La campagna in questione farà leva su un contenuto divertente, sfruttando un’occasione d’intrattenimento come il Super Bowl per comunicare, a un pubblico molto vasto, il modo in cui il business di Uber Eats si è evoluto, ricordando che mentre il nome è rimasto invariato, il servizio è cambiato, come ha dichiarato Danielle Hawley.

© RIPRODUZIONE RISERVATA È vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Resta aggiornato!

Iscriviti gratuitamente per essere informato su notizie e offerte esclusive su corsi, eventi, libri e strumenti di marketing.

loading
MOSTRA ALTRI