Domenica 19 Maggio 2019
ComunicazioneSpot di Natale 2018 tra musica, creatività e sentimento

Spot di Natale 2018 tra musica, creatività e sentimento

Il periodo delle festività natalizie è un’occasione per i brand per sorprendere e stupire i consumatori: ecco gli spot di Natale 2018.


Simona Castellano
A cura di: Simona Castellano Caporedattore
Spot di Natale 2018 tra musica, creatività e sentimento

Le festività natalizie rappresentano una splendida occasione per le aziende per emozionare, colpire e sorprendere i consumatori, facendo leva su valori che emergono in maniera molto naturale da tale contesto. Per questo motivo vengono ideati contenuti ad hoc, rispettando comunque brand identity e brand image. La pubblicità è certamente il mezzo che consente di veicolare la propria idea di festive campaign in maniera immediata e coinvolgente. Quali sono, allora, gli spot di Natale 2018 più belli ideati dai brand?

Spot di Natale 2018: le idee dei brand internazionali…

 È probabilmente la pubblicità più attesa dell’anno durante le festività natalizie, perché sempre in grado di arrivare al cuore delle persone ed emozionare. Lo spot di Natale 2018 di John Lewis & Partners non delude, complice un sottofondo musicale che impreziosisce il contenuto visivo: si tratta di “Your song” di Elton John che è, tra l’altro, il protagonista del commercial in questione. La pubblicità mostra alcune tappe della sua vita in cui si trova insieme al suo piano, andando a ritroso e arrivando a un finale – o, meglio, un inizio – commovente: il momento in cui da bambino riceve dalla madre come regalo un pianoforte a muro. «Some gifts are more than just a gift» è la frase in sovrimpressione alla fine dello spot.

Anche le pubblicità natalizie di Sainsbury’s sono molto attese anno dopo anno. Per il 2018 la catena di supermercati inglese ha puntato su una performance di ballo/canto di bambini. In “The big night”, infatti, dei bambini con indosso costumi da pacchi regalo e addobbi si preparano a salire sul palco; la prima è una bambina vestita da stella che ha il compito di cantare da solista. Sebbene all’inizio appaia timida davanti al microfono, le basta uno sguardo di complicità della madre per scatenare tutta la sua verve artistica. «We give all we’ve got for the ones we love» sottolinea l’azienda in chiusura.

Bambini anche nello spot di Natale 2018 di Dunnes Store, catena irlandese. A causa delle condizioni climatiche avverse apprese dal bollettino meteo in televisione, dei bambini decidono di facilitare il compito a Santa Claus, prendendo quanto di più luminoso sia in loro possesso. Il finale è decisamente sorprendente.

Spedizioni e consegne rappresentano il core business di Amazon. Per lo spot di Natale 2018, allora, l’azienda ha deciso nuovamente di rendere protagoniste le scatole che, animandosi, cantano “Can you feel it” dei The Jackson 5, dinanzi allo stupore delle persone, facendosi portavoce, così, di un messaggio di fratellanza da “riuscire a sentire”, parafrasando il brano.

Apple, da sempre molto attenta alla comunicazione, anche nel periodo natalizio non si smentisce. La scelta di quest’anno è ricaduta sull’animazione per un piccolo corto che ha come sottofondo “Come out and play” di Billie Eilish, cantante statunitense classe 2001. Lo spot di Natale 2018 dell’azienda di Cupertino ci mostra la quotidianità di una ragazza che realizza al computer – rigorosamente un MacBook – alcuni testi che poi ripone in una scatola che ha la premura di sigillare, probabilmente perché non consapevole del suo talento e insicura. È il suo amico a quattro zampe a darle in questo senso un grande aiuto e lo slogan «Share your gifts» non può che essere appropriato. Il motivo è da scoprire.

Coca-Cola si mantiene sullo stesso stile di sempre, invitando alla condivisione mediante il proprio prodotto.

Un ragazzo esce in bicicletta e accortosi che un negoziante ha negato l’accesso al proprio negozio a un uomo che non ha le fattezze di una persona distinta, gli offre la bevanda insieme a un panino. L’uomo gli dona l’unica cosa che ha: un cappello da Babbo Natale. Il ragazzo torna a casa contento per la buona azione, quasi rigenerato, e fa un’importante scoperta.

Un’idea geniale è quella di Google che ha puntato sull’effetto nostalgia per lo spot di Natale 2018: il protagonista del commercial è, infatti, Macauley Culkin, ovvero l’attore che nel 1990 ha interpretato Kevin McCallister nel film Mamma, ho perso l’aereo (Home Alone, in lingua originale) e poi nel suo seguito Mamma, ho riperso l’aereo: mi sono smarrito a New York (Home Alone 2: Lost in New York) nel 1992. Nello spot l’attore si ritrova nuovamente solo a casa, ma questa volta con Google Assistant il lavoro da svolgere è decisamente minore.

Tornano gli orsacchiotti dell’Heathrow Airport nello spot di Natale 2018. Anche se si trovano in un posto caldo (precisamente in Florida, come si evince guardando il commercial), decidono di vivere ugualmente la festività, preparando l’albero e qualche regalo, ma l’atmosfera natalizia sembra non esserci. Il calore della famiglia lontana, allora, li spinge a preparare le valigie e partire.

Anche nella pubblicità natalizia di Erste Group – gruppo finanziario austriaco – i protagonisti sono gli animali. In particolare, un porcospino è continuamente messo alla prova poiché a causa dei suoi aculei non riesce a condurre una vita normale e a relazionarsi con gli altri. Un arguto stratagemma, però, lo aiuta a superare le difficoltà.

Simpatico e allo stesso tempo tenero lo spot di McDonald’s UK: Babbo Natale, in viaggio con la sua slitta all’uscita di ogni camino, dopo aver consegnato i regali ricorda alle renne, addentando del cibo, come nessuno di nuovo abbia lasciato carote per loro. Dispiaciuto però per la situazione e vedendo da lontano uno stabilimento del fast food, decide di comprare interi pacchi di carote per i suoi fedeli animali.

Una festività come il Natale è un topic anche per un portale come Pornhub.

L’azienda nel suo spot dedicato alle festività natalizie 2018 mostra una famiglia alle prese con l’apertura dei regali. Si intravede, però, un uomo anziano seduto su una poltrona leggermente malinconico. Quello che sembra essere il nipote, però, trova il modo per tirarlo su: il suo regalo è una gift card per Pornhub, come se l’intento dell’azienda fosse sottolineare che il sito è davvero per tutti.

Probabilmente poco natalizia – se non fosse per il riferimento al periodo post Thanks Giving Day – ma molto invernale la pubblicità di KFC UK in cui si vede un pollo che attraversa un luogo innevato desolato. Durante il suo cammino incontra un tacchino e – come nei migliori film western – dopo l’incrocio di sguardi segue uno scontro a distanza: il pollo con un battito d’ali scaccia il tacchino che si allontana repentinamente. «Turkey comes and goes, but chicken’s here to stay», sottolinea l’azienda nel proprio spot.

Il folletto Finn di Migros è tornato con lo spot di Natale 2018 della catena svizzera. Quest’anno il suo desiderio è ritrovare la propria famiglia, probabilmente per trascorrere insieme la festività. Riuscirà nella sua impresa?

Molto toccante la pubblicità di Huawei UK che ha incentrato la propria campagna di Natale di StorySign, un’app dell’azienda, su persone con disabilità. In particolare, il problema ripreso dallo spot è la sordità: una bambina sorda, costretta a farsi leggere i libri da altri, con l’aiuto di un’app dell’azienda, StorySign appunto, riesce a imparare a leggere.

Lo spot di Natale 2018 di Duracell, invece, mostra la mascotte dell’azienda (il coniglietto rosa) intervenire dopo l’arrivo di Babbo Natale, “attivando” i regali che egli ha lasciato, mediante l’inserimento delle batterie dell’azienda. “Rendi il tuo regalo perfetto con Duracell”, recita una voce fuori campo nella pubblicità destinata al mercato italiano.

…e quelle delle aziende italiane

Leggermente diversa l’impostazione delle pubblicità italiane a tema Natale. Per esempio, preservando il mood che la contraddistingue Lavazza ha realizzato il proprio spot di Natale 2018 con Maurizio Crozza che si cimenta in una sorta di musical in cui a emergere è l’ironia del suo personaggio.

Sky Italia, invece, ha puntato sul concetto di famiglia, mostrando un padre e una figlia che, in compagnia del loro grazioso cagnolino, senza madre e fratellino in casa si divertono a guardare i più svariati programmi televisivi dell’emittente, combinandone di tutti i colori.

Anche Bauli fa leva sullo stesso concetto, ma in maniera un po’ diversa. Un bambino, mediante quelli che possono sembrare dei dispetti al suo vicino di casa, combina un incontro alla madre proprio grazie al pandoro Bauli. Lo spot di Natale 2018 dell’azienda si conclude con un pranzo in famiglia e chiaramente sulla tavola non può mancare il prodotto che diventa sinonimo di convivialità e condivisione. Immancabile in sottofondo “A Natale puoi…”.

Si mantiene sul tradizionale Maina. Anche in questo caso, sempre presente la canzone che ormai da anni è la colonna sonora delle pubblicità natalizie dell’azienda, seppur interpretata di volta in volta in maniera diversa. I panettoni Maina, in questo spot di Natale 2018, diventano delle lanterne volanti che illuminano la città e arrivano nelle case dalle finestre. La scena di una cena in famiglia in cui si assapora il panettone chiude il commercial.

Rimanendo in tema panettoni e pandori, più ironico lo spot di Tre Marie: due dirimpettai si sfidano a colpi di panettoni e luci “artistiche” installate sulle proprie abitazioni. È il pandoro dell’azienda, però, a fare la differenza.

L’azienda svedese Ikea, invece, per il mercato italiano ha realizzato uno spot il cui slogan recita «Cambia il solito Natale». I protagonisti del commercial, in effetti, sono costretti a vivere un Natale diverso da quello che avrebbero immaginato: bloccati in un ascensore con mobili e regali vari, decidono di allestire lo spazio che hanno a disposizione, generando un percepibile tepore tipico di un’abitazione durante il periodo natalizio. Simpatica anche la statistica finale: 9 persone – anzi, 7 – su 10 festeggiano il Natale in casa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA E' vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti

Iscriviti alla newsletter! Ricevi gli aggiornamenti settimanali delle notizie più importanti tra cui: articoli, video, eventi, corsi di formazione e recensione libri
Potrai anche usufruire di offerte esclusive per libri, eventi e corsi.

Iscriviti

Articoli sull'argomento

© Inside Marketing 2013 - 2019 è un marchio registrato ® P.iva 07142251219
×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

loading
MOSTRA ALTRI