Instagram: alcuni consigli per migliorare la visibilità

Come guadagnare follower su Instagram o fare in modo che le interazioni con i post siano maggiori? Ecco alcune "regole" per la visibilità.

Instagram: alcuni consigli per migliorare la visibilità

C’è chi ha provato a prevedere scientificamente il successo di un post su Instagram e chi, da anni, si affanna a trovare la guida definitiva (ed efficace) all’uso degli hashtag sul più amato social visivo. Se siano guide e previsioni corrette è difficile dirlo. Le analisi più recenti del panorama Instagram, infatti, mostrano come ogni settore e i soggetti che operano al suo interno abbiano trovato, nel tempo, una via tutta loro di successo sul social. Ed è innegabile tra l’altro che, se si guarda soprattutto a chi opera nello sport o nella moda, gli ultimi aggiornamenti rilasciati dalla piattaforma – come lo zoom e feature speciali come le Storie – abbiano rappresentato una risorsa strategica per migliorare la propria presenza su Instagram.

Non ci sono, insomma, regole d’oro per diventare campioni di Instagram. Per un brand o per chiunque abbia un profilo aziendale – o anche se si è alla ricerca di visibilità per il proprio account personale – ci sono però alcuni principi generalmente validi per sfruttare al meglio la presenza sul social.

1. Non comprare follower

Rientra tra quelle pratiche di black hat che non piacciono a chi abita la Rete. Se si crede, infatti, di poter far passare inosservato l’acquisto di follower fittizi, si sbaglia. Un profilo che passi in pochi giorni da una fanbase molto limitata a decine di migliaia, quando non centinaia di migliaia di follower, non è un profilo che passa inosservato. Senza contare che, nella maggior parte dei casi, sono follower che non hanno niente a che vedere con il vero target a cui ci si vuole rivolgere  Né, del resto, è il modo migliore per farsi notare dai propri stakeholder o da un’azienda nel caso di un privato che voglia diventare influencer, per esempio. Nell’ultimo caso soprattutto, infatti, chi vuole investire in influencer marketing guarda a parametri più robusti, come la qualità delle interazioni con i seguaci.

2. Provare ad aumentare naturalmente la propria fanbase

Come? La prima cosa da fare è creare un profilo che sia quanto più completo possibile, con una bio scritta ad hoc, il link al sito aziendale, eccetera. Quindi è necessario farlo conoscere. Collegarlo con gli altri account è il punto di partenza, ma anche widget e icone social sono essenziali in questo senso, anche quando usati in ambito analogico, stampandoli, per esempio, su biglietti da visita e merchandising. Le altre azioni che possono aiutare a fare crescere il numero di follower hanno a che vedere soprattutto con la dimensione di community: partecipare alle conversazioni sui trending topic del momento, fare rete con gli altri instagrammer, partecipare a challenge, settimane tematiche e simili, possono aiutare la visibilità.

3. Non usare troppo i filtri

Nel tempo c’è stato chi ha provato a dimostrare quale filtro garantisse più mi piace o commenti. La risposta definitiva, però, sembra arrivare proprio da chi di filtri ed effetti ne sa qualcosa. Cole Rise che – quando ancora Instagram era una startup non in mano a Facebook – inventò il logo originario e diede vita ai primi iconici filtri, infatti, ha un consiglio per tutti gli instagrammer alla ricerca di un po’ di popolarità. «Per fare in modo che si veda un filtro devi andarci pesante, ma penso sia meglio se uno riesce a rimuoverlo e andare il più vicino possibile alla verità di quello che l’immagine cercava di dire», avrebbe dichiarato a TechRadar. Il suo segreto? Dopo aver scattato una foto e prima di instagrammarla dimezzare tutti i parametri, quindi provare a ricordare l’originale e settare le impostazioni che ci si avvicinano di più.

4. Non perdersi mai i post degli amici

Come è stato detto, l’importante è fare rete, a partire dagli amici e dai propri instagrammer preferiti. Non si tratta, allora, di una logica do ut des: interagire con i post degli amici è un modo per essere presenti all’interno della comunità, rendersi visibili e, perché no, attirare nuovi follower e aumentare l’engagement con i propri post. Non bisogna essere, insomma, avari di like. Per non perdersi nemmeno un post degli amici o degli utenti che più sono d’ispirazione, considerato il recente cambio d’algoritmo, allora, meglio attivare le notifiche di pubblicazione (basta andare su profilo in questione e fare tap sui tre puntini verticali).

5. Attenzione a come si scrive la didascalia

Un testo efficace ad accompagnare il proprio scatto è un elemento vincente. Meglio pensare, per esempio, a una call to action chiara, invitando per esempio i propri follower a repostare, mettere like, usare uno specifico hashtag, eccetera. Ci sono dei trucchi, però, che potrebbero aiutare a conquistare qualche like in più, provando a scrivere, per esempio, una didascalia quanto più chiara possibile, a partire da un punto di vista visivo. Un’idea potrebbe essere quella di usare i paragrafi: basta usare le note di un qualunque smartphone oppure una comune app per le e-mail per poi copiare il testo formattato. Anche scegliere gli hashtag giusti e più adatti al proprio contenuto è fondamentale. L’ideale è inserirli direttamente nella descrizione su Instagram: per snellirla, però, e affinché i follower non siano costretti a sorbirsi troppi cancelletti, bisognerebbe utilizzare dei punti a capo, quelli che bastano perché in automatico Instagram tagli la descrizione e la copra con un “…altro”.


Virginia Dara
A cura di: Virginia Dara Autore Inside Marketing
© RIPRODUZIONE RISERVATA E' vietata la ripubblicazione integrale dei contenuti
Le vostre Opinioni
ComunicazioneInstagram: alcuni consigli per migliorare la visibilità
Iscrizione Newsletter Settimanale

Vuoi essere sempre aggiornato su ciò che avviene nel mondo del marketing e della comunicazione? Iscriviti alla newsletter di Inside Marketing

Acconsento ed ho letto Privacy Policy

Grazie per esserti registrato!

A breve riceverai una mail di conferma per attivare la tua registrazione.

Se non ricevi la mail di conferma, controlla nella cartella "posta indesiderata" ed aggiungi insidemarketing.it ai mittenti attendibili

In caso di problemi puoi contattarci all' indirizzo redazione[at]insidemarketing.it